CINEMA/ Lady Bird, il ritrovamento dell’identità perduta
Cultura, In Evidenza, Primo Piano

CINEMA/ Lady Bird, il ritrovamento dell’identità perduta


Time Sicilia

In visione al Cinema Gaudium di Palermo, Lady Bird, un film che tratta di problematiche adolescenziali. Regia di Greta Gerwig con Saoirse Ronan, Laurie Metcalf, Tracy Letts, Lucas Hedges, Timothée Chalamet. Genere: commedia 

di Lorenzo Ambrosetti

Lady Bird, in realtà, è il nome che si è dato Cristine, una giovane ragazza di Sacramento, in California, che sogna per sé una vita diversa da quella vissuta dai suoi genitori e dal fratello. Educata secondo i valori strettamente cattolici, propri della comunità in cui vive, avverte il peso di una cosa che lei sente come una vera e propria condanna.

Il regista – Greta Gerwig – tratta in modo magistrale e al tempo stesso con una delicatezza che colpisce il rapporto con l’altro sesso che avrà Cristine nel susseguirsi del film, diviso tra voglia di trasgressione ed adesione ai valori trasmessi a lei dalla madre, figura centrale nella vita della ragazza.

Il film vuole essere una provocazione per tutte quelle famiglie in cui i figli vengono completamente abbandonati a se stessi, e non vengono seguiti nel percorso evolutivo adolescenziale.

Cristine sa di essere protetta, e questo le consente tutti gli atteggiamenti volutamente anticonformisti che terrà durante la durata del film.
Se si pensa alle famiglie di oggi, su cui ha scritto saggi lo psicoanalista Massimo Recalcati, particolarmente sul rapporto genitori figli, questo film fa proprio riflettere.

Proprio Massimo Recalcati, in un suo libro – Il complesso di Telemaco – illustra come i genitori tendano sempre più a deresponsabilizzarsi nei confronti dei propri figli, e ad assumere atteggiamenti prettamente ludici che li mettono sullo stesso piano degli stessi figli.

Anziché accompagnare i figli verso un percorso evolutivo che li possa condurre a scelte mature, i genitori oggi scelgono il narcisismo e la palestra, in un ottica conforme all’odierna società dell’immagine.

Alla fine Cristine, ritroverà i valori che tanto aveva contestato, e la sua vera identità verrà definitivamente fuori.

Foto tratta da comingsoon.it

7 marzo 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo