Editoriale

La crisi economica dell’Italia ha due nomi: l’Euro e il Governo Renzi

Se l'Italia vuole provare a salvarsi - ma lo vuole? - deve uscire subito dall'Euro e dall'Unione Europea. Liberandosi, contemporaneamente, di un Presidente del Consiglio che è espressione dell'Euro e della stessa Unione Europea. L'unica cosa che ancora resta in piedi dell'ormai ex grande economia italiana è il sistema delle piccole e medie imprese. Ma dentro il sistema Euro le piccole e medie imprese sono destinate a scomparire

Articoli Recenti

Rubriche

POLITICA

Video

Video
Felice Coppolino rieletto Presidente regionale U.NI.COOP Sicilia presenta  un nuovo progetto innovativo
Economia, Politica, Primo Piano, Video

Felice Coppolino rieletto Presidente regionale U.NI.COOP Sicilia presenta un nuovo progetto innovativo


Patrizia Gangi

“Identità d’impresa”,  la creazione di nuove realtà imprenditoriali in Sicilia .  Trasformare la Sicilia in una “regione delle startup e delle innovazioni” sulla falsa riga di ciò che è stato fatto in Israele ed a Singapore. Questo  è il nuovo progetto  del Presidente Regionale UN.I.COO.P. Sicilia  Felice Coppolino, rieletto il  19 ottobre 2018  presso il Grande Hotel…

Enogastronomia - Food & Wine
Commenti Recenti

ESTERI

Tourism

ECONOMIA

Economia, In Evidenza, Primo Piano

In Italia aria inquinata (soprattutto al Nord) e alta mortalità. Il rischio per i bambini

84 mila morti ogni anno (di cui molti bambini) in Italia. Ma non sembra importare a nessuno. A dirlo è il Rapporto dell'Oms Air pollution and child health: prescribing clean air. Nel mondo circa il 93% delle ragazze e ragazzi sotto i 15 anni - 1,8 miliardi di persone - respira aria così inquinata da mettere a serio rischio salute e sviluppo. Solo nel 2016 sono 600.000 i bambini e gli adolescenti morti per infezioni acute delle basse vie respiratorie, causate dall’inquinamento atmosferico
Economia, In Evidenza, Primo Piano

Al via ‘Io abito’, movimento nazionale che mette al centro della propria azione il diritto alla casa

Il movimento 'Io abito' sta già mettendo radici nel Lazio, in Campania e in Sicilia. Ha già riunito il direttivo nazionale a Palermo. L'occasione per elaborare le linea-guida. Parola d'ordine: non commettere più errori con la politica che, fino ad oggi, ha lasciato incancrenire la questione dell'abusivismo edilizio per fare 'cassa' con i condoni e per speculazioni clientelari durante le campagne elettorali
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo