Al via le Olimpiadi: ecco gli atleti siciliani a Rio de Janeiro

Inizieranno questa sera allo stadio Maracanã: la cerimonia d’apertura comincerà quando in Italia sarà l’una del mattino

Attesissime, chiacchieratissime, di certo sofferte. Prendono il via stasera in un Brasile alle prese con una complicata crisi politica ed economica, com pesanti inchieste giudiziarie che hanno svelato una tangentopoli brasiliana e con massicce proteste popolari, le Olimpiadi 2016. Inizieranno questa sera allo stadio Maracanã di Rio de Janerio: la cerimonia d’apertura comincerà quando in Italia sarà l’una del mattino. La prima vera giornata di gare a Rio 2016 inizierà sabato 6 agosto alle 13 (ore italiane) e le ultime gare si disputeranno domenica 21, di sera.

E a Rio c’è anche una folta rappresentanza di atleti siciliani. Ecco chi sono:

Anna Incerti, di Bagheria che dopo l’argento agli Europei di mezza maratona è adesso la speranza dell’atletica italiana. Catanese invece l’astro della Ginnastica, Carlotta Ferlito che, dopo l’argento all’Europeo, è data tra le favorite del podio.

Per il ciclismo non poteva mancare il messinese Vincenzo Nibali, ma c’è anche il ragusano Damiano Caruso. 

Per la scherma femminile si punta sulla catanese di 25 anni Rossella Fiamingo e su Loreta Gulotta, 29 anni di Castelvetrano.  

A soli 20 anni, e a pochi mesi dal suo esordio nella nazionale di Judo, Elios Manzi da Messina si prepara a salire sul tatami.

Non poteva mancare la stella del nuoto Luca Marin di Vittoria, che a 30 anni si prepara alla sua quarta Olimpiade nei 400 misti.

Per la Pallanuoto,  i siracusani Sandro Campagna e Valentino Gallo Torna anche Pasquale Sottile di Milazzo, nonostante i suoi 36 anni.  Mentre nella squadra femminile la catanese Rosaria Aiello e la giovane palermitana Miriam Fatime Sylla. 

È di Caltanissetta Mirco Scarantino, 21 anni, e seconda olimpiade nella categoria Pesi.

Ed, infine, la scherma dove la Sicilia vanta una grande tradizione: sono i 7 siciliani su 17 azzurri: i catanesi Rossella Fiamingo, 7ª a Londra, alla sua 2 a Olimpiade e Paolo Pizzo che a Londra aveva chiuso 5°.

Non poteva mancare il modicano Giorgio Avola,  campione olimpico in carica nel fioretto.Il team azzurro può contare anche su Daniele Garozzo di Acireale, a Rio insieme al fratello Enrico Garozzo e all’altro acese Marco Fichera. E poi c’è la trapanese Loreta Gulotta, classe 1987, perno della squadra di sciabola femminile.

Rispondi