Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora
Politica, Primo Piano

Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora


Patrizia Gangi

Mentre ancora prosegue lo scrutinio in molti comuni interessati dalla tornata delle amministrative di ieri, alcuni dati sembrano già certi:  a Palermo, Leoluca Orlando sbaraglia la concorrenza e con circa il 45% sarà sindaco senza neanche passare dal ballottaggio. Che, invece, sarà celebrato a Trapani e con ogni probabilità tra Mimmo Fazio – il deputato finito sotto inchiesta per corruzione per il caso dei trasporti marittimi – e il candidato del Pd, Pietro Savona.

Dato certo: il M5S esce malconcio da queste elezioni. Non arriva al ballottaggio in nessuna città.

Dato altrettanto certo, l’astensionismo.

A Palermo  hanno votato 293.596 aventi diritto, pari 52,6% degli elettori. In netto calo rispetto al 63% delle precedenti amministrative. Praticamente ha votato solo la metà dei palermitani.

A Trapani, invece, ha votato il 58,94% degli elettori, in calo del 5,67% rispetto alle amministrative del 2012.

Il dato è in calo in tutta Italia.

12 giugno 2017

Autore

Patrizia Gangi


ONE COMMENT ON THIS POST To “Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora”

  1. Antonella Buttacavoli ha detto:

    E sinceramente, dopo aver visto i risultati di questa tornata amministrativa. Per quanto mi riguarda non andrò più a votare. Purtroppo constato che i miei conterranei non hanno voglia di cambiare. Rivotare Orlando e quanto dire. Presumo che per le Regionali si rivotera Crocetta. Quindi da questo momento in poi mi asterro dal voto.

Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo