Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora

Mentre ancora prosegue lo scrutinio in molti comuni interessati dalla tornata delle amministrative di ieri, alcuni dati sembrano già certi:  a Palermo, Leoluca Orlando sbaraglia la concorrenza e con circa il 45% sarà sindaco senza neanche passare dal ballottaggio. Che, invece, sarà celebrato a Trapani e con ogni probabilità tra Mimmo Fazio – il deputato finito sotto inchiesta per corruzione per il caso dei trasporti marittimi – e il candidato del Pd, Pietro Savona.

Dato certo: il M5S esce malconcio da queste elezioni. Non arriva al ballottaggio in nessuna città.

Dato altrettanto certo, l’astensionismo.

A Palermo  hanno votato 293.596 aventi diritto, pari 52,6% degli elettori. In netto calo rispetto al 63% delle precedenti amministrative. Praticamente ha votato solo la metà dei palermitani.

A Trapani, invece, ha votato il 58,94% degli elettori, in calo del 5,67% rispetto alle amministrative del 2012.

Il dato è in calo in tutta Italia.

1 thought on “Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora

  1. E sinceramente, dopo aver visto i risultati di questa tornata amministrativa. Per quanto mi riguarda non andrò più a votare. Purtroppo constato che i miei conterranei non hanno voglia di cambiare. Rivotare Orlando e quanto dire. Presumo che per le Regionali si rivotera Crocetta. Quindi da questo momento in poi mi asterro dal voto.

Rispondi