Time Sicilia

Il sondaggio che dà Orlando a oltre il 40%? A noi fa un po’ sorridere. Politica e aritmetica elettorale dicono tutt’altro
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Il sondaggio che dà Orlando a oltre il 40%? A noi fa un po’ sorridere. Politica e aritmetica elettorale dicono tutt’altro


Time Sicilia

E’ il momento dei sondaggi. E, a quindici giorni dal voto, Leoluca Orlando vola a oltre il 40%. C’è da crederci? A nostro modesto avviso, no. Come proveremo a illustrare con la forza dei numeri – con quella che si chiama aritmetica elettorale – il 40% e oltre dei voti di Orlando postulano che il sindaco uscente confermi, al primo turno, i voti di cinque anni fa. Ma la realtà politica di Palermo è profondamente cambiata e questi ‘numeri’ – è il nostro parere, s’intende – non ci sono più. A nostro avviso, stanno sottovalutando l’elettorato grillino

Formazione/ Margherita Vicari e Costantino Guzzo stanno per iniziare lo sciopero della fame
Economia, In Evidenza, Primo Piano

Formazione/ Margherita Vicari e Costantino Guzzo stanno per iniziare lo sciopero della fame


Time Sicilia

L’unico modo per far ‘smuovere il culo’ agli attuali governanti della nostra Isola, che hanno portato la Regione siciliana al default, è quello dello sciopero della fame e delle manifestazioni di piazza. Ma vanno fatte a ripetizione, sennò finisce come la vicenda dei dipendenti degli ex Sportelli multifunzionali ai quali hanno ‘confezionato’ una bella legge che, fino ad oggi, è rimasta lettera morta. Contro questa gente vale quello che si diceva negli anni ’70: “Lotta dura, senza paura”

Falcone e Borsellino: la verità che manca e uno Stato che non ‘regge’ nemmeno lo striscione degli studenti
In Evidenza, News, Primo Piano

Falcone e Borsellino: la verità che manca e uno Stato che non ‘regge’ nemmeno lo striscione degli studenti


Time Sicilia

Nessuno è contro le commemorazioni delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Il fatto è che a tanti dà fastidio assistere alle ‘passerelle’ dei rappresentanti di uno Stato che, in Italia, rimane quello descritto da Leonardo Sciascia… Le precisazioni di Rita Borsellino, che chiede la verità e non “pezzetti di verità”. E lo Stato italiano che non regge nemmeno il confronto con gli striscioni dei ragazzi di Liceo. Ma che speranze ha l’Italia? 

Nel venticinquesimo anniversario della strage di Capaci si dimenticano del giudice Alfonso Giordano. Ma dicono vero?
Editoriale

Nel venticinquesimo anniversario della strage di Capaci si dimenticano del giudice Alfonso Giordano. Ma dicono vero?


Time Sicilia

Alfonso Giordano è un uomo al quale la città di Palermo, la Sicilia e l’Italia devono molto. E’ il giudice che,  negli anni della paura – perché nel 1986 nel capoluogo dell’Isola la paura si respirava – andò a presiedere il maxiprocesso alla mafia. Lo fece con naturalezza, con senso dello Stato. E con tanto coraggio. C’è un filo che lega il giudice Giordano al giudice Falcone: il già citato maxiprocesso. Come si fa a lasciarlo fuori dalle celebrazioni per il venticinquesimo anniversario di Capaci?

1 2 3 56
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo