Time Sicilia

Cronostoria dell’Impresa dei Mille 2/ Si comincia con il tradimento del brigadiere Francesco Cossovich

Ne avete sentito parlare? I libri di storia del nostro Paese nascondono questo personaggio da oltre 150 anni. Ma, ve lo giuriamo: Francesco Cossovich è esistito. Ed ha svolto un ruolo essenziale: è il primo traditore del Regno delle due Sicilie. E’ il militare che darà alle navi di Garibaldi il vantaggio necessario per arrivare senza problemi in Sicilia. Il suo tradimento verrà ricompensato con l’adesione alla marina italiana. Il suo sarà il primo di una lunga serie di tradimenti

L’offensiva del PD contro la Sicilia: tagli dell’80% per i Comuni (oltre alle rapine…)

La Corte dei Conti siciliana certifica, ancora una volta, che i trasferimenti erariali sono praticamente scomparsi. A ciò si aggiunge l’annosa vicenda dei tributi di spettanza regionale trattenuti da Roma e la vergognosa questione degli accordi firmati da Crocetta. Se l’Isola è praticamente in default si deve ringraziare il Governo nazionale e i suoi complici siciliani…

Il Governo regionale disse: “Pedaggi sulla Palermo-Catania?”. E, zact!, ecco gli incidenti…

A Palermo lo chiamano ‘attasso’. Già l’autostrada Palermo-Catania è la più ‘attassata’ della Sicilia: frane, smottamenti, tratti chiusi al traffico, viadotti che ‘pattinano’ sui corsi d’acqua, le onde elettromagnetiche che bloccano gli impianti elettrici delle automobili. E appena un governante ha ipotizzato i pedaggi, zact!, sono aumentati gli incidenti: due solo la scorsa notte. Terniamoci forte…

A Taranto l’orgoglio di Emiliano e dei pugliesi. In Sicilia il lecchinaggio…

Nella città dell’ILVA Renzi pensava di entrare come trionfatore. Ma i tarantini l’hanno accolto con fischi e proteste. Rinfacciandogli i tanti malati e i morti del quali il Governo nazionale non si occupa. Con il presidente della Regione Puglia che gela Renzi e Delrio ricordando che gli 850 milioni di Euro che Renzi sbandiera sono sempre gli stessi soldi degli anni passati. Al cospetto di Emiliano i nostri Crocetta e Ardizzone debbono andare a nascondersi. L’emendamento dei senatori Campanella e Bocchino per ‘cassare’ il ‘Patto scellerato’ Renzi-Crocetta al Senato