Carmelo Raffa attacca il sindaco di Tortorici: “Un errore dare la cittadinanza onoraria a Rosario Crocetta”
News

Carmelo Raffa attacca il sindaco di Tortorici: “Un errore dare la cittadinanza onoraria a Rosario Crocetta”


Time Sicilia

Figura storica della FABI siciliana – il sindacato dei bancari più rappresentativo della nostra Isola – Carmelo Raffa, che è nato a Tortorici, bellissimo paese dei Nebrodi, non risparmia critiche all’attuale sindaco della cittadina, Carmelo Rizza, e alla Giunta comunale che hanno dato la cittadinanza onoraria al presidente della Regione uscente, Rosario Crocetta

Rosario Crocetta, presidente della Regione siciliana, è diventato cittadino onorario di Tortorici, Comune dei Nebrodi, in provincia di Messina. Cosa, questa, che non è piaciuta a un tortoriciano molto legato al proprio paese: Carmelo Raffa. Figura storica della FABI siciliana – il sindacato dei bancari con più iscritti in Sicilia, Raffa non sembra aver ‘digerito’ d’essere diventato ‘compaesano’ di Crocetta.

“Leggo su alcuni giornali del Messinese – dice Raffa – che il presidente della Regione, Rosario Crocetta, è diventato cittadino onorario di Tortorici. Così ha stabilito il Sindaco, Carmelo Rizzo, unitamente alla Giunta comunale con la motivazione che il Signor Crocetta ha tenuto ‘profondo attaccamento alle più alte realtà siciliane’ eccetera eccetera. Mi dispiace, da cittadino nativo di questa gloriosa città dei Nebrodi, di dissentire dalla infausta decisione in quanto i Governi regionali presieduti dal signor Crocetta sono stati tra i peggiori della Storia della Regione Sicilia”.

“Mi dispiace, da tortoriciano – aggiunge Carmelo Raffa – che sia stata accordata la cittadinanza ad un personaggio che non ha garantito il mantenimento dell’occupazione a migliaia di lavoratori, cosa che invece il Sindaco del capoluogo siciliano Leoluca Orlando e tanti amministratori pubblici hanno sempre fatto”.

“Mi dispiace che i dipendenti del Comune di Tortorici, con questo atto – prosegue Raffa – subiscono un’altra mortificazione dopo che, in questi ultimi anni, non hanno avuto garantito il pagamento di mesi e mesi di retribuzioni. A questo punto avrei la tentazione di affermare che, di fronte a questa triste vicenda, non mi sento più un tortoriciano, ma per rispetto alla stragrande maggioranza dei cittadini oricenzi, che sicuramente la pensano come me, mi limito a censurare l’operato di questa Giunta comunale che in questo modo diventa giorno dopo giorno sempre più impopolare”.

23 ottobre 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo