Carta bianca

Gioacchino Basile racconta: lavorare a tredici anni, nella Palermo degli anni ’60 dove lo sfruttamento era la regola
Carta bianca

Gioacchino Basile racconta: lavorare a tredici anni, nella Palermo degli anni ’60 dove lo sfruttamento era la regola


Time Sicilia

Nella seconda puntata abbiamo lasciato Gioacchino Basile costretto dalla durezza della vita a lasciare la scuola. Così, a tredici anni, comincia a cercare un lavoro. E qui iniziano le storie di sfruttamento, di prepotenze, di ingiustizie. Una scuola di vita in una Palermo difficile. La piccola vendetta di un ragazzino contro un datore di lavoro che non lo pagava

Il Governo Gentiloni e il Governo Crocetta hanno abolito gli ‘Archi di Pasqua’ di San Biagio Platani
Carta bianca, In Evidenza

Il Governo Gentiloni e il Governo Crocetta hanno abolito gli ‘Archi di Pasqua’ di San Biagio Platani


Time Sicilia

Grazie ai tagli del Governo nazionale e ai ‘Patti’ firmati dal Governo Crocetta con Roma, che si sono risolti anche in pesanti tagli finanziari ai Comuni, San Biagio Palatani – cittadina della provincia di Agrigento – dovrà fare a meno anche della tradizione degli ‘Archi di Pasqua’, manifestazione che ha trecento anni di vita. Dopo aver ‘rinvigorito’ l’emigrazione, adesso spariscono anche le tradizioni culturali

Sulla strage di Ustica lo Stato italiano continua a nascondere la verità
Carta bianca, In Evidenza, Primo Piano

Sulla strage di Ustica lo Stato italiano continua a nascondere la verità


Time Sicilia

Nel giugno dello scorso anno il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dichiarava che il nostro Paese avrebbe dovuto “rimuovere le opacità persistenti”. Bene: cosa c’è di più persistente di tutti gli inghippi che fino ad oggi hanno impedito di fare luce sulla strage di Ustica (81 persone morte che erano presenti nell’areo precipitato in mare)?

Gioacchino Basile racconta: “I miei anni da bambino in via Montalbo, con i figli di don Masino Buscetta”
Carta bianca, In Evidenza, Primo Piano

Gioacchino Basile racconta: “I miei anni da bambino in via Montalbo, con i figli di don Masino Buscetta”


Time Sicilia

Gioacchino Basile oggi va per i settant’anni. E’ stato, per lunghi anni, operaio presso i Cantieri Navali di Palermo. Oggi vive lontano dalla Sicilia. Il suo nome è legato alle sue battaglie che ha condotto all’interno del Cantiere Navale di Palermo, quando, tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80 del secolo passato, denunciava, da operaio iscritto alla CGIL, le infiltrazioni mafiose all’interno dell’azienda presso la quale lavorava. Non sono mancati, per lunghi anni, gli scontri tra Basile e la stessa FIOM-CGIL di Palermo. Da oggi inizia la collaborazione con Time Sicilia

1 2
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo