Il Codacons vuole le guardie forestali della Sicilia a tutela delle guardie mediche. E i boschi?
Economia, In Evidenza, Primo Piano

Il Codacons vuole le guardie forestali della Sicilia a tutela delle guardie mediche. E i boschi?


Time Sicilia

La proposta non sembra molto razionale. Presso il Corpo Forestale della Sicilia lavorano appena 600 addetti con un’età media di 55 anni. Si tratta di personale altamente specializzato in materia di tutela dei boschi. Domanda: e in estate chi è che si occuperebbe di prevenire e combattere gli eventuali incendi? Gli operai della Forestale che vengono avviati al lavoro a luglio?

“Impiegare le migliaia di guardie forestali siciliane per garantire la sicurezza di medici e pazienti ed evitare ripetersi di altri eventi di aggressione nelle guardie mediche”.

Questa la proposta del segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, che vorrebbe dare “serenità e decoro al lavoro dei medici di guardia”.

Per Tanasi sarebbe sbagliato “accorpare le Guardie mediche dei diversi Comuni, chiedendo in pratica ai medici di farsi la guardia a vicenda, penalizzando in questo modo i cittadini, a cui verrebbe sottratto il servizio fondamentale della guardia medica notturna”.

“Le guardie forestali siciliane – conclude Tanasi – sono guardie armate alle dipendenze del presidente della Regione e per questo svincolate dalla dipendenza e dalle autorizzazioni del Ministero degli Interni come invece nel caso di Carabinieri, Polizia e Guardia di finanza”.

La replica a Tanasi arriva da Gaetano Guarino, esponente del Corpo Forestale della Regione siciliana:

“Apprendo da un comunicato Ansa che il Segretario Nazionale del Codacons Francesco Tanasi ha proposto di utilizzare il personale del Corpo Forestale della Regione siciliana, ‘per dare serenita’ e decoro al lavoro dei medici di guardia’. La proposta del Codacons nasce, presumibilmente, sull’onda emotiva delle aggressioni subite da alcuni medici di guardia notturna. Ma il Dott. Francesco Tanasi sa cosa fa il Corpo Forestale della Regione siciliana? Sa di quante unita è composto il Corpo Forestale della Regione siciliana? Sa in che stato verte Il Corpo Forestale della Regione Siciliana? Penso proprio di no”.

“Dott. Tanasi – prosegue Guarino – il personale a cui fa riferimento Lei e cioè il personale in divisa e ‘armato’ è composto da ben 600 unità in tutto il territorio regionale. Appunto per questa grave carenza di uomini l’Amministrazione è stata costretta a chiudere molti importanti distaccamenti, lasciando privo di controllo il Territorio di riferimento;  aggiungo che il personale in questione ha un’età superiore ai 55 anni non essendoci stato più un ricambio generazionale. E concludo invitando di documentarsi, prima di fare proclami sensazionalistici”.

In effetti la proposta di Tanasi per la Sicilia non tiene conto di alcune peculiarità.

La prima la spiega Guarino: gli ultimi concorsi, nel Corpo Forestale della Regione siciliana, risalgono agli anni ’80 del secolo passato: non a caso, come fa notare lo stesso esponente del Corpo Forestale della nostra Isola, l’età media è di circa 55 anni.

Ma c’è un altro problema che i vertici del Codacons conoscono bene per essersene occupati: l’emergenza incendi che in estate, per almeno tre mesi all’anno, funesta la Sicilia.

Quest’anno, ad esempio, a causa dei tagli del Governo nazionale, nei boschi demaniali della Sicilia non c’è stata attività di prevenzione. Risultato: oltre 20 mila ettari di verde andato in fumo.

A parte il fatto che le guardie forestali sono altamente specializzate e non sarebbe affatto razionale utilizzarle nelle guardie mediche, va aggiunto che già 600 guardie forestali, in un’Isola come la Sicilia, sono pochissime. Se in estate si vanno ad occupare delle guardie mediche chi si dovrebbe occupare dei boschi, in una realtà dove la Regione non ha più nemmeno i soldi per pagare gli operai della Forestale?

 

 

 

10 novembre 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo