Cultura

Quando Garibaldi rubò i soldi al Banco di Sicilia e al Banco di Napoli

Sulla ‘gloriosa’ spedizione dei Mille in Sicilia ci hanno raccontato un sacco di menzogne. Non solo non ci fu nulla di ‘eroico’, ma Garibaldi svuotò le ‘casse’ del Banco di Sicilia (depredando 5 milioni di ducati corrispondente a 82 milioni di Euro dei nostri giorni) e poi le ‘casse del Banco di Napoli (depredando 6 milioni di ducati equivalenti a 90 milioni degli attuali Euro). Tutti soldi portati ai Savoia. E noi ancora oggi ricordiamo questo bandito di passo!

Cronostoria dell’Impresa dei Mille 2/ Si comincia con il tradimento del brigadiere Francesco Cossovich

Ne avete sentito parlare? I libri di storia del nostro Paese nascondono questo personaggio da oltre 150 anni. Ma, ve lo giuriamo: Francesco Cossovich è esistito. Ed ha svolto un ruolo essenziale: è il primo traditore del Regno delle due Sicilie. E’ il militare che darà alle navi di Garibaldi il vantaggio necessario per arrivare senza problemi in Sicilia. Il suo tradimento verrà ricompensato con l’adesione alla marina italiana. Il suo sarà il primo di una lunga serie di tradimenti

Controstoria dell’impresa dei Mille 1/ Da Quarto a Messina

Oggi iniziamo a pubblicare la Controstoria dell’impresa dei Mille. Si tratta di un’inchiesta in nove puntate che ripercorre la storia di questa volgare sceneggiata che solo la storiografia ufficiale italiana – nota per le ricostruzioni storiche fasulle – poteva trasformare in un’impresa ‘epica’. Ripercorreremo le tappe raccontate da Cesare Abba nel libro “Da Quarto a Volturno”. Ma lo faremo raccontando la verità: ovvero i tradimenti organizzati dagli inglesi e dai piemontesi ai danni del Regno delle due Sicilie. Naturalmente in collaborazione con il blog I nuovi Vespri. Buona lettura

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com