Domani a Palermo ‘Liberiamo la Sicilia’: una nuova economia e una nuova politica per la nostra Isola
News

Domani a Palermo ‘Liberiamo la Sicilia’: una nuova economia e una nuova politica per la nostra Isola


Time Sicilia

Docenti universitari, esponenti dei movimenti indipendentisti europei e di movimenti siciliani che non si arrendono. Studenti per dare voce ai giovani Siciliani che non vogliono andare via. E, ancora, esperti di agricoltura per denunciare l’inganno della politica e delle multinazionali che ci costringono a mangiare veleni. Una occhiata alla storia, per capire da dove nascono tutti i pregiudizi sulla Sicilia che non risparmiano neanche molti Siciliani, e una al futuro, per tracciare nuovi orizzonti che ridiano una speranza alla nostra Isola e, per dirla con Sciascia, a tutti i Siciliani onesti che vogliono cominciare a contarsi.

Di tutto questo si parlerà domani, 15 Ottobre,  a Palermo nel corso della convention ‘Liberiamo la Sicilia’ organizzata dall’associazione I Nuovi Vespri (inuovivespri.it) che andrà in scena al Teatro Jolly in via Domenico Costantino – Stazione Notarbartolo, a partire dalle 9.30. 

Un parterre ricco per affrontare i temi da ogni angolazione. La mattinata si aprirà con un ospite d’eccezione: Jaume Fores i Llasat, politico, psicologo social di “Esquerra republicana de Catalunya” (ERC),il partito indipendentista della sinistra catalana, che spiegherà perché la Catalogna vuole staccarsi da Madrid e il lavoro finora svolto.

Previsti anche i saluti di altri movimenti indipendentisti mediterranei: Corsica Libera, Sardinia Nazione, e poi i movimenti siciliani dal MIS a Siciliani Liberi, da Terra e Liberazione all’associazione Sicilia- Catalogna, Forza del Popolo e altri ancora.

Spazio, poi, ai giovani con Giulia Callari del Collettivo universitario Autonomo di Palermo per capire cosa voglioni le nuove generazioni e come si stanno impegnando.

Quindi i numeri: quale è il bilancio del rapporto della Sicilia con lo Stato?

Il docente universitario di diritto Costituzionale, Andrea Piraino, ci svelerà tutti gli artifizi dell’intesa Stato-Regione del 20 Giugno scorso. Una vera e propria truffa che il docente analizzerà da un punto di vista giuridico. 

Un altro docente universitario, Massimo Costa (Scienze economiche ed aziendali), approfondirà il tema delle norme finanziarie dello Statuto e ci dirà, sempre con numeri alla mano, se la Sicilia, nel rapporto con lo Stato, ci ha perso o guadagnato.

Lo scrittore, Ignazio Coppola, parlerà delle censure della storia ufficiale e Franco Busalacchi, presidente dell’associazione I Nuovi Vespri, tirerà le conclusioni sui danni prodotti da una classe politica di ascari e mercenari e sulle prospettive per un futuro libero dal sistema che costringe i nostri ragazzi ad emigrare.

Ma non solo. Come accennato, si parlerà anche di agricoltura e degli inganni delle industrie agroalimentari che ci costringono ad ingerire veleni e che hanno massacrato uno dei comparti più importanti dell’economia siciliana, con Saverio De Bonis, del Comitato GranoSalus. 

E poi tante testimonianze di movimenti che hanno deciso di non lasciare la Sicilia in mano ai traditori.

Ci sarà spazio anche per le domande e gli interventi del pubblico.  L’evento è aperto a tutti.

Qui sotto il programma completo.

locandina

14 ottobre 2016

Autore

TimeSicilia


ONE COMMENT ON THIS POST To “Domani a Palermo ‘Liberiamo la Sicilia’: una nuova economia e una nuova politica per la nostra Isola”

Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo