Economia

I Comuni che cercano di ‘spennare’ gli abusivi: dopo l’intervista al professore Gangemi è arrivata la prima lettera

L’intervista al professore di Urbanistica presso l’università di Palermo, Giuseppe Gangemi, sta suscitando un ampio dibattito. Sono arrivate le prime telefonate. E anche una lettera che volentieri pubblichiamo. Invitiamo quanti sono interessati a tale argomento a intervenire. Perché oltre 700 mila abitazioni abusive sono un problema sociale ed ecologico

I Comuni ne hanno inventata un’altra per fare ‘cassa’ sulla pelle dei cittadini: acquisiscono le case abusive e le affittano…

Sì, e le affittano agli stessi proprietari che, con l’acquisizione da parte del Comune dell’abitazione abusiva, perdono il diritto di proprietà e… diventano affittuari! E debbono pagare pure gli arretrati. L’ultima follia di un’urbanistica siciliana tanto al chilo senza capo né coda. Facciamo il punto della situazione con il docente universitario, Giuseppe Gangemi. Che ci racconta questo e, soprattutto, altro…

In Italia aria inquinata (soprattutto al Nord) e alta mortalità. Il rischio per i bambini

84 mila morti ogni anno (di cui molti bambini) in Italia. Ma non sembra importare a nessuno. A dirlo è il Rapporto dell’Oms Air pollution and child health: prescribing clean air. Nel mondo circa il 93% delle ragazze e ragazzi sotto i 15 anni – 1,8 miliardi di persone – respira aria così inquinata da mettere a serio rischio salute e sviluppo. Solo nel 2016 sono 600.000 i bambini e gli adolescenti morti per infezioni acute delle basse vie respiratorie, causate dall’inquinamento atmosferico

Al via ‘Io abito’, movimento nazionale che mette al centro della propria azione il diritto alla casa

Il movimento ‘Io abito’ sta già mettendo radici nel Lazio, in Campania e in Sicilia. Ha già riunito il direttivo nazionale a Palermo. L’occasione per elaborare le linea-guida. Parola d’ordine: non commettere più errori con la politica che, fino ad oggi, ha lasciato incancrenire la questione dell’abusivismo edilizio per fare ‘cassa’ con i condoni e per speculazioni clientelari durante le campagne elettorali

Economia circolare: dal limonene alle acque dei frantoi utilizzate per produrre polifenoli

Intervista con il chimico del CNR, Mario Pagliaro, sull’economia circolare, sul limonene, l’olio estratto dalle bucce di arance utilizzato per liberare le piante dai parassiti (e anche per combattere la Xylella, che tanti danni ha prodotto negli uliveti del Salento, in Puglia), e sulla possibilità di utilizzare l’acqua di vegetazione ottenuta dalla molitura delle olive per produrre polifenoli

La grande scommessa del limonene, il pesticida naturale ricavato dalle bucce di arance

Chi lo doveva dire che con le bucce di arance si possono fare un sacco di soldi? Lo sanno bene gli spagnoli che, zitti zitti, con il limonene (una sostanza contenuta nelle bucce di arance) producono pesticidi biologici che eliminano insetti e funghi dannosi per l’agricoltura senza inquinare l’ambiente. Un grande affare a nove zeri. E la Sicilia? Affrontiamo l’argomento con il chimico del CNR, Mario Pagliaro