Editoriale

Che strano modo di intendere la democrazia quando si nega la libertà ai popoli!
Editoriale, Esteri, Politica

Che strano modo di intendere la democrazia quando si nega la libertà ai popoli!


Time Sicilia

Il caso della Catalogna è emblematico di un’atmosfera tutta occidentale: di quell’Occidente che, a parole, parla di libertà e di democrazia e poi, nei fatti, nega la libertà a quei popoli che la chiedono. Non c’è solo la Catalogna che chiede libertà e indipendenza: scozzesi, irlandesi, bavaresi, curdi, catalani, palestinesi, belgi delle Fiandre, musulmani Rohingya del Myammar (ex Birmania), baschi, sardi, siciliani. Mancano solo i leghisti di Salvini diventati autonomisti…

I veri nemici della Catalogna sono a Madrid o a Bruxelles?
Editoriale, Esteri

I veri nemici della Catalogna sono a Madrid o a Bruxelles?


Giulio Ambrosetti

La domanda non è oziosa. Vero è che l’Unione Europea, rispetto alla repressione fascista del referendum da parte del Governo spagnolo di Mariano Rajoy Brey, ha preso le difese – almeno formalmente – della Catalogna, invitando le parti a trovare un’intesa. Ma non dimentichiamo che la cosiddetta Unione Europea, oggi, è controllata dalle multinazionali che perseguono solo il profitto dei pochi. Come insegna il CETA

Ma non è che, per caso, il presidente USA, Donald Trump, è un po’ nazista?
Editoriale, Esteri

Ma non è che, per caso, il presidente USA, Donald Trump, è un po’ nazista?


Time Sicilia

Ce lo chiediamo e lo chiediamo per le parole che pronuncia e, in generale, per tutto quello che combina. Quello va “sistemato”, quell’altro va “inquadrato”, quell’altro ancora va “sterminato”. Per carità, i suoi predecessori – vedi la guerra in Iraq – non sono stati santi. Ma quello che colpisce, di questo personaggio, oggi, è il linguaggio sopra il rigo e aggressivo. Le mire sul Venezuela

Palermo, telecamere nei varchi della ZTL. Fine del piccolo commercio nel Centro storico per far posto ai Centri commerciali?
Editoriale, Politica, Primo Piano

Palermo, telecamere nei varchi della ZTL. Fine del piccolo commercio nel Centro storico per far posto ai Centri commerciali?


Time Sicilia

In un’Unione Europea controllata dalle multinazionali non ci dobbiamo stupire se i Centri commerciali (con interessi strettamente interconnessi con le stesse multinazionali) puntino a sostituire piccoli commercianti e piccoli artigiani nei Centri storici delle grandi città. Il primo esperimento di questa ‘colonizzazione’ potrebbe andare in scena a Palermo…

Se nella Germania che controlla la UE gli ‘europeisti’ perdono, che succederà nel resto d’Europa?
Editoriale, Politica

Se nella Germania che controlla la UE gli ‘europeisti’ perdono, che succederà nel resto d’Europa?


Time Sicilia

E’ questa la domanda che, in queste ore, assilla i massoni e i predoni che oggi controllano l’Unione Europea per conto delle multinazionali. Servirà a poco tacciare di “populisti e nazisti” i protagonisti della destra che hanno più che raddoppiato i voti alle elezioni politiche tedesche. La verità è che l’Unione Europea dell’euro sta franando. I risvolti in Italia, dove Renzi rischia di pagare a caro prezzo la scissione di D’Alema e Bersani. A cominciare dalle elezioni regionali siciliane del 5 novembre

Gli OGM, i ‘consigli’ della Corte di Giustizia Europea e le pressioni delle multinazionali
Editoriale, Primo Piano

Gli OGM, i ‘consigli’ della Corte di Giustizia Europea e le pressioni delle multinazionali


Time Sicilia

Il pronunciamento della Corte di Giustizia Europea – inutile, perché non produrrà effetti – è comunque un segnale lanciato dalle multinazionali che producono OGM, che proveranno a imporre all’Italia gli Organismi Geneticamente Modificati. La storia del grano duro Creso – una cultivar selezionata in Italia con i raggi gamma nel 1974 – fra pro e contro. Perché, alla fine, è meglio tenerci il principio di precauzione e, là dove è possibile, non mangiare cibi OGM

I candidati alla Presidenza della Regione e quei “poeti laureati” che attaccano Cancelleri…
Editoriale, Politica

I candidati alla Presidenza della Regione e quei “poeti laureati” che attaccano Cancelleri…


Antonella Sferrazza

Montale li chiamava “poeti laureati”. Gramsci “scrittori salariati”. Sono gli pseudo intellettuali di regime che attaccano tutto ciò che è nuovo per difendere lo status quo. Con argomentazioni ridicole e provinciali. Come il caso del candidato del M5S deriso perché non laureato. Peccato che chi ha rovinato la Sicilia di lauree ne ha anche più d’una…

Renzi e il Partito-Stato: un uomo politico pericoloso che ci stiamo lasciando alle spalle
Editoriale, Politica

Renzi e il Partito-Stato: un uomo politico pericoloso che ci stiamo lasciando alle spalle


Time Sicilia

Per fortuna il nostro Paese ha capito in tempo la pericolosità di questo personaggio, ‘bocciando’ le sue folli riforme costituzionali. Ormai, con lui, restano gli ultimi democristiani, da Angelino Alfano a Leoluca Orlando, fino a Dario Franceschini. Andrà presto a casa a meno che non si materializzi qualche ‘cosa’ per farlo restare in sella…

I tre fallimentari ‘tavoli’ di Leoluca Orlando dietro la candidatura, nata ‘zoppa’, di Claudio Fava?
Editoriale, Politica

I tre fallimentari ‘tavoli’ di Leoluca Orlando dietro la candidatura, nata ‘zoppa’, di Claudio Fava?


Time Sicilia

Dopo aver perso il referendum sulle disastrose riforme costituzionali dello scorso 4 dicembre, Renzi si è illuso di poter imporre alla Sicilia un proprio candidato alla presidenza della Regione. Aiutato dall’altro ‘genio’ della politica, Leoluca Orlando. Il risultato è che i due – Renzi e Orlando – stanno affondando. E si stanno trascinando nella sconfitta i bersaniani e Sinistra Italiana con Claudio Fava che, da ‘ricandidato’ alla guida della Sicilia, rischia di fare un buco nell’acqua

Carlo Alberto Dalla Chiesa, delitto enigmatico come un racconto di Dürrenmatt
Editoriale

Carlo Alberto Dalla Chiesa, delitto enigmatico come un racconto di Dürrenmatt


Giulio Ambrosetti

Un racconto che accomuna l’uccisione del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa – del quale oggi ricordiamo il 35 anniversario del suo barbaro assassinio (e di quello della giovane moglie, Emanuela Setti Carraro e dell’agente di scorta, Domenico Russo) – a quello di Pio La Torre e Piersanti Mattarella. Storie di grandi uomini che non hanno avuto paura a combattere, a viso aperto, i poteri forti

1 2 3 4 17
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo