Editoriale

Più dicono che dopo il Brexit si rilancia l’Europa, più si capisce che la UE è finita

Quello dell’Unione Europea è ormai il ballo del Titanic. Ieri i vari Renzi, Hollande e Merkel si sono esibiti a Ventotene. Hanno provato a far capire di essere vivi. Ma si capisce che stanno affondando. E il fatto di aver riesumato Altiero Spinelli non ha fatto altro che gettare ombre anche su questo ‘europeista’: era veramente un puro, Spinelli, o sin dall’inizio di questo incubo si sapeva già che si stava preparando la più grande truffa della storia organizzata a danno di centinaia di migliaia di europei inconsapevoli?

La Ventotene di Renzi: l’Europa è una scusa, cerca solo soldi per indebitare ancora di più l’Italia

Oggi Renzi incontrerà a Ventotene la Merkel e Hollande. Con la scusa di ricordare Altieri Spinelli chiederà alla Germania e alla Francia – che sono le ‘padrone’ dell’Europa dell’Euro – il ‘permesso’ per aumentare l’indebitamento del nostro Paese. Obiettivo: arraffare soldi per mantenere un po’ di promesse e continuare ad alimentare la rendita finanziaria. La proposta: perché non estendere l’esperienza della moneta complementare Sardex a tutta l’Italia?

Nello Musumeci pensa veramente di allearsi con chi oggi ragiona e legifera da perdente?

Il riferimento è a Forza Italia che, insieme con il PD, sta provando a cambiare la legge elettorale nei Comuni non per rinnovare la politica e lo stile amministrativo, ma per provare a indebolire i grillini e, soprattutto, per conservare potere & poltrone. Con i berlusconiani e con gli altri ‘pezzi’ di un centrodestra ormai in smobilitazione Musumeci può solo perdere tempo e consensi

Chiude il Teatro Biondo di Palermo? In compenso ci resta il Teatro Massimo dei ricchi premi e cotillones…

Il Teatro Stabile di Palermo ormai è in-Stabile. Roberto Alajmo e Emma Dante sono andati via. Una direzione artistica che punta sulla cultura e che non fa ‘cassetta’ non è più compatibile con la visione orlandiana della città. Anche l’arte, nel capoluogo della Sicilia, deve diventare una sorta di ZTL d’ispirazione renziana. Riusciranno gli ‘intellettuali’ siculo-panormiti a riflettere sul fatto che Renzi e l’Unione Europea dell’Euro stanno sbaraccando anche la cultura del nostro Paese?

Quelli che… all’improvviso non sono più Charlie Hebdo

Quando la satira colpisce gli altri è satira. Quando colpisce noi, è offesa. La vignetta del giornale satirico francese fa esplodere la polemica. Interviene anche Enrico Mentana: “Scusate, ma Charlie Hebdo è questo! Quando dicevate “Je suis Charlie” solidarizzavate con chi ha sempre fatto simili vignette, dissacrando tutto e tutti. Le vignette su Maometto anzi facevano alla gran parte degli islamici lo stesso effetto che ha suscitato in tutti noi questa sul terremoto”.

Manovra da 30 miliardi di Euro per l’Italia? La UE-Germania la ridurrà per far fare bella figura a Renzi

Come al solito, l’informazione sui fatti economici che viene fatta passare in Italia è ridicola. Far credere che il nostro Paese dovrà approvare una manovra da 30 miliardi di Euro mentre Spagna e Portogallo fanno i propri comodi minacciando – di fatto – di imitare la Gran Bretagna è un nonsenso. Sarebbe la dimostrazione dell’Italia (di Renzi) ridotta a scendiletto. E’ probabile che tale cifra venga azzerata per provare a far passare Renzi per ‘statista’, magari per dargli una mano al referendum