Editoriale

La libertà energetica della Sicilia: energia pulita a basso costo, risparmi e tutela della salute

In questo articolo si racconta come la Sicilia può completare in breve tempo il passaggio dall’energia prodotta con gli idrocarburi all’energia prodotta con il vento e con il solo. Non ci ci sarà bisogno di nuove pole eoliche. Mentre andranno solarizzati i tetti degli edifici. Con risparmi notevoli per famiglie e imprese. Come utilizzare le discariche per produrre energia. L’importanza di una legge regionale

Sicilia, il ‘cappotto’ dei grillini. Forza Italia giù. La Lega avanza…

Per quasi il 50% degli elettori siciliani la politica vincente è quella dei grillini. Forza Italia è ‘spompata’. E due misteri: perché il 10% dei siciliani continua a votare un partito – il PD – che li ha solo penalizzati? E perché il 5% dei siciliani ha votato la Lega di Salvini? Anche in Sicilia gli elettori ‘stoccano’ la quarta gamba del centrodestra. Male anche Liberi e Uguali

Cara professoressa, impari il rispetto per chi porta una divisa

A proposito della professoressa che ha inveito contro le forze dell’ordine. Sono uomini e donne come lei e come noi, i militari in divisa. Con un nome e un cognome. Con un vissuto, un respiro, un’anima. Con un cuore e con un cammino. Impari il rispetto e poi, se ne sarà capace, lo insegni ai suoi studenti: insegni loro il rispetto e l’amore oltre le nozioni, altrimenti faccia altro

Ecco perché in Sicilia l’acqua delle dighe finisce in mare!

In questo articolo illustriamo il perché la Sicilia, pur avendo a disposizione 41 dighe, si ritrova senz’acqua. Tutto quello che si dovrebbe fare per scongiurare l’emergenza idrica. L’integrazione tra dighe e produzione di energia ‘pulita’. Come i Consorzi di Bonifica potrebbero abbattere i costi evitando di tartassare gli agricoltori con canoni idrici esosi. La questione dei dissalatori

Generazione distribuita: anche in Sicilia acqua ed energia gratuite dal cielo

La scienza e la tecnologia, oggi, mettono a disposizione dell’uomo soluzioni alternative alla tradizionale energia, che paghiamo a caro prezzo, e all’acqua (paghiamo anche questa). Con l’energia solare e con il recupero dell’acqua piovana è possibile fornire acqua ed energia riducendo i costi. Servono buona volontà e una buona legge regionale: in una parola, la volontà politica

Non è che questi vogliono riaprire i ‘bordelli’ in Italia per fare ‘cassa’?

Il dubbio comincia a prendere forma non soltanto leggendo gli articoli riportati dai quotidiani nazionali, ma considerando due elementi: il bisogno disperato di nuove entrate fiscali dell’Italia (che da quest’anno si dovrà confrontare con il dimezzamento del quantitativy easing) e le decine di miliardi di euro oggi introitate dalla criminalità organizzata che controlla la prostituzione. Se aggiungiamo che in alcuni Paesi europei i Bordelli sono funzionanti…

Il terremoto del Belìce 50 anni dopo: la ricostruzione è (in)finita?

Il terremoto che, nel gennaio del 1968, colpì i 21 Comuni della Valle del Belìce e i difficili anni della ricostruzione ricordati da uno dei protagonisti della politica siciliana. Per anni militante della sinistra, Franco Piro è stato parlamentare e assessore regionale e poi deputato nazionale, seguendo da vicino, nel 2006, la genesi e la gestione degli ultimi interventi dello Stato. Una testimonianza ricca di storia e di spunti: come il ricordo della diga Garcia e del grande giornalista ucciso dalla mafia, Mario Francese

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com