Editoriale

Il terremoto del Belìce 50 anni dopo: la ricostruzione è (in)finita?

Il terremoto che, nel gennaio del 1968, colpì i 21 Comuni della Valle del Belìce e i difficili anni della ricostruzione ricordati da uno dei protagonisti della politica siciliana. Per anni militante della sinistra, Franco Piro è stato parlamentare e assessore regionale e poi deputato nazionale, seguendo da vicino, nel 2006, la genesi e la gestione degli ultimi interventi dello Stato. Una testimonianza ricca di storia e di spunti: come il ricordo della diga Garcia e del grande giornalista ucciso dalla mafia, Mario Francese

Forza Italia e Berlusconi? Hanno la stessa linea politica di Renzi, ma devono ingannare gli elettori di centrodestra

Ormai nella vecchia politica italiana – parliamo del centrodestra, ma anche del centrosinistra – non ci sono più idee e meno che mai ideologie. Solo affari, poltrone e ‘piccioli’. Incredibile quello che succede con Forza Italia e Lega Nord, divisi su Jobs Act e legge Fornero, ma insieme alle elezioni politiche del 4 marzo per prendere più seggi. Questo forse spiega perché,in Sicilia, Nello Musumeci si sta comportando come Rosario Crocetta. Caso analogo alla Regione Lombardia con PD renziano e Liberi e Uguali?

‘Patti scellerati’ tra Regione e Roma/ Franco Piro: “Il Governo Musumeci li può rivedere. Vedremo cosa farà”

L’ex assessore, Franco Piro, figura storia della sinistra dell’Isola, ripercorre le vicissitudini del Bilancio regionale,individuando le responsabilità dei governi del passato. Piro parla anche dei ‘Patti scellerati’ Renzi-Crocetta che ha sempre criticato. E precisa che il Governo Muumeci ha gli strumenti per rivederli: “Staremo a vedere cosa riuscirà a fare… considerato che negli anni in cui ha governato in Sicilia e a Roma, il centrodestra non è riuscito a determinare nulla”

Presidente Musumeci: cosa avete combinato a Roma con l’IVA che spetta alla Regione siciliana?

Ce lo chiediamo dopo aver letto un articolo dettagliato del professore Massimo Costa, che non è soltanto il leader di ‘Siciliani Liberi’, ma è anche docente di Economia presso l’università di Palermo. Apprendiamo cose incredibili su un incontro che si è svolto nei giorni scorsi a Roma, al quale il presidente Musumeci non ha partecipato, delegando l’assessore Marco Falcone…

Il ‘caso’ Figuccia: a Musumeci rimangono le discariche sature. Miccichè e il centrodestra sputtanati

Di fatto, il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ha dimostrato di essere il migliore alleato dei grillini: ha incasinato il Governo regionale di Nello Musumeci e ha sputtanato l’intero centrodestra siciliano a qualche mese dalle elezioni politiche nazionali. Per i siciliani, Miccichè e i ‘geni’ del centrodestra sono quelli che vogliono ripristinare gli stipendi d’oro

Siccità in Sicilia: a rischio la produzione di grano duro 2018. E le dighe? Vengono svuotate!

La follia della Sicilia non ha limiti. Mentre il nuovo Governo regionale di Nello Musumeci regala ancora promesse e chiacchiere, la siccità da una parte e la pessima gestione delle dighe dall’altra parte rischiano di compromettere la produzione agricola 2018, a cominciare dal grano duro. E’ una manovra per favorire l’arrivo del grano duro canadese?

Se il Senato ha eliminato i tetti per i dipendenti perché l’Ars non dovrebbe farlo?

Il presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, ha fatto bene ad annunciare che eliminerà i tetti per i dipendenti. A patto che questo serva a tutelare la dignità istituzionale del Parlamento siciliano e non per tornare a folli retribuzioni da Paperoni. Invitiamo quanti continuano a criticare le indennità di Camera, Senato e Ars ad andare a vedere quanto guadagnano i parlamentari europei e, soprattutto, i burocrati della UE…

La legge sul ‘testamento biologico’: non è che ce l’ha chiesto l’Europa (dell’euro) per risparmiare?

Per approvare una legge su come somministrare la morte – perché di questo, alla fine, si tratta – non è ammissibile il dubbio. Perché il dubbio, automaticamente, bloccherebbe le olimpiche certezze dei parlamentari che hanno approvato questo provvedimento. Che, alla fine, farà risparmiare un bel po’ di denari, sotto il segno del ‘rigore’ economico che piace tanto ai massoni dell’Europa dell’euro

Palermo ‘Capitale della Cultura’ mentre aumentano povertà e senza casa

L’Amministrazione comunale di Leoluca Orlando si conferma un’esperienza caratterizzata da molto ‘fumo’ e da poco ‘arrosto’. Sono solo bravi a chiacchierare e a sperperare un sacco di soldi: per esempio, con un Tram che serve un’esigua fascia di cittadini. Sulle cose serie – i poveri e i senza casa che aumentano – Orlando e i suoi assessori dimostrano ogni giorno di essere inadeguati

La Russia tenta di condizionare la politica italiana? E pure se fosse? E’ concesso solo agli USA?

La verità è che non sanno più cosa inventarsi. L’establishment italiano, quello alleato con le oligarchie finanziarie internazionali che stanno affamando i popoli, quello che promuove un liberismo sfrenato che porta alla macelleria sociale e un globalismo sregolato che fagocita ogni diritto, è in crisi. E agita spauracchi per tentare di sedare ogni forma di ribellione popolare

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com