Elezioni regionali siciliane/ Gianfranco Miccichè? “Ma cu è?”. Nello Musumeci tira dritto
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Elezioni regionali siciliane/ Gianfranco Miccichè? “Ma cu è?”. Nello Musumeci tira dritto


Time Sicilia

Il candidato alla presidenza della Regione siciliana – con o senza Forza Italia di Berlusconi e Gianfranco Miccichè – Nello Musumeci annuncia per oggi il via alla campagna promozionale della sua candidatura. Della serie: cari Berlusconi, Miccichè e Gaetano Armao: se vi piace il candidato alla presidenza della Regione siciliana sono io, altrimenti attaccatevi al Tram (Palermo lo metterebbe a disposizione…)

Mentre il coordinatore-commissario di Forza Italia in Sicilia per grazie ricevuta (da Berlusconi), Gianfranco Miccichè, soffia nel vento, proponendo Gaetano Armao candidato a presidente della Regione, Nello Musumeci – che a differenza di Armao non ha fatto parte del Governo di Raffaele Lombardo ed è in campagna elettorale dal novembre dello scorso anno – tira dritto e si accinge a presentare le liste.

Un comunicato di #DiventeràBellissima – il movimento di Nello Musumeci, si legge:

“Riunione di lavoro, questo pomeriggio a Catania, per i vertici regionali del Movimento #DiventeràBellissima. Nel corso dell’incontro è stata affrontata la strategia per la presentazione delle liste elettorali a sostegno della candidatura di Nello Musumeci alla presidenza della Regione in occasione delle prossime elezioni. E’ stato anche dato il via alla campagna promozionale della candidatura che partirà nelle prossime ore in tutte le nove province”.

Insomma, Berlusconi può anche evitare di venire in Sicilia, perché Musumeci è ormai candidato: con o senza Forza Italia.

Tuttavia il leader di #DiventeràBellissima non chiude le porte a Berlusconi e Miccichè: l’importante è che siano loro, con la coda tra le gambe, a presentarsi al cospetto di Musumeci che, forse, darà qualche ‘osso’ al loro candidato.

Si legge sempre nel comunicato di #DiventeràBellissima:

“Da parte del Movimento si è ribadito l’auspicio ‘a non disperdere la grande opportunità di garantire ai siciliani un governo credibile e autorevole, senza cadere nel rischio di divisioni inutili e dannose, che la gente non capirebbe’”.

Della serie: Berlusconi, in Sicilia, non ha ormai grande voce in capitolo. Quanto a Forza Italia in Sicilia, mezzo partito e forse più è ormai con Musumeci.

Morale: o Berlusconi, Miccichè e Armao si mangiano la ‘minestra’ di Musumeci, o si gettano dalla finestra…

Come finirà? La domanda no è semplice. Stamattina Miccichè si è svegliato con l’idea di “Ci vuole un centrodestra unito”. Ma il personaggio, è noto, è soggetto a sbalzi di umore e le sue tesi possono cambiare in qualunque momento, in ragione del momentaneo ‘flusso di coscienza’ (Miccichè è un grande lettore di Italo Svevo e James Joyce).

Due giorni fa, ad esempio, diceva che “Forza Italia può andare da sola”. Dalle prime ore di stamattina, come già ricordato, afferma il contrario. Vedremo, tra qualche ora, come evolverà il suo ‘flusso di coscienza’ politico. Vi terremo informati…

Nella foto, Miccichè che dice a Berlusconi: “Lo vedi, Silvio? Quello è Nello Musumeci che ci sta dicendo: ‘O venite con me e fate quello che dico io, o vi attaccate al Tram. Che dobbiamo fare?” 

Da leggere anche:

Elezioni siciliane alle comiche finali/ Micari & Armao: tutti li vogliono, ma nessuno se li prende

 

22 agosto 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo