Euro, si incazzano pure i cattolici: “Usato per ridimensionare l’Italia”

“Si deve riflettere su cosa significhi “pagar caro” la decisione di uscire, comparata con il costo di restare”

«La mia posizione, è la seguente: l’ euro è stato utilizzato come scusa per ridimensionare il nostro Paese da un punto di vista economico e “morale” (spiegherò che vuol dire). Le altre giustificazioni sono insostenibili da più punti di vista”. A parlare è Ettore Gotti Tedeschi, economista e banchiere, già presidente dell’Istituto per le Opere di Religione (Ior) dal 2009 al 2012 ha una lunga carriera nel mondo dell’economia e finanza.

La sua intervista, rilasciata a Libero, è esplosiva ed è stata ripresa dal sito sollevazioneblogspot. it che pur non condividendone le conclusioni (si parla di impotenza dinnanzi a questo sistema e di futuro terrificante) ne condivide in pieno l’analisi sullo stato attuale. Soprattutto quando dice che “si deve riflettere su cosa significhi “pagar caro” la decisione di uscire, comparata con il costo di restare, costo che temo non sia solo economico, ma di libertà democratica di cui potremmo venir privati”.

Potete leggerla qui. 

Rispondi