‘L’ora legale’ di Ficarra e Picone: parodia della politica dell’onestà?

Qualche gustosissima anticipazione del nuovo film del duo comico siciliano che arriverà nelle sale cinematografiche il prossimo Gennaio

Sarà nelle sale cinematografiche a Gennaio. Ripubblichiamo l’articolo dello scorso Ottobre nel quale vi abbiamo anticipato la trama 

Continuano, a Termini Imerese  a pochi chilometri da Palermo, le riprese del nuovo film del duo Ficarra e Picone che si intitola ‘L’ora legale’ e che dovrebbero concludersi a metà novembre. Attesissimo dal grande pubblico, il film arriverà nelle sale all’inizio del 2017.

I comici siciliani, Salvatore Ficarra e Valentino Picone, sono autori del soggetto e della sceneggiatura insieme con Edoardo De Angelis, Nicola Guaglianone e Fabrizio Testini (il film è prodotto da Tramp Limited, in collaborazione con Medusa Film).

Il cast è d’eccezione: oltre alla coppia di comici, ci saranno tanti altri attori siciliani come Vincenzo Amato, Leo Gullotta, Antonio Catania, Tony Sperandeo, Paride Benassai. Con loro ci saranno anche Francesco Benigno, Ersilia Bonanno, Sergio Friscia, Eleonora De Luca, Alessia D’anna, Marcello Mordino e Gaetano Bruno.

Sulla trama del film vige ancora il riserbo, ma siamo in grado di fornirvi qualche gustosissima anticipazione (ebbene sì, lo confessiamo, siamo riusciti a sbirciare tra le scene del set).

La storia racconta di un paese siciliano (ma, potrebbe essere ovunque e a breve capirete perché) dove la gente stanca della solita politica, decide di cambiare tutto. E ci riesce.

Ma fare i conti con le nuove regole sarà durissimo per chi di ogni regola è abituato ad avere una concezione del tutto personale.

Ecco, allora, il malumore della gente dinnanzi alle multe, alle file, all’ordine, al Sindaco che ad ogni richiesta dei vari questuanti, indica un percorso legale da seguire.

Ci sono gag spassosissime di persone indignate da tanta ‘legalità’, di incoerenze palesi,  di malintesi, di divise dei vigili urbani troppo strette perché tenute nell’armadio da troppo anni e sullo sfondo, la domanda delle domande: ma non è che era meglio prima?

Le risate, complice un simpaticissimo accento siciliano di tutti i protagonisti, sono assicurate.

Ma non solo. In tutti i film di Ficarra e Picone la risata è sempre foriera di un messaggio, stimola una riflessione. E, in questo caso, potrebbe essere il seguente: gli italiani sono davvero pronti all’onesta e alla legalità o vale solo se non li tocca da vicino? E, tra il dire e il fare, c’è sempre di mezzo il mare?

Quello che è certo è che il film sarà un successo e che non mancherà chi troverà riferimenti a fatti e persone che, naturalmente, sono solo casuali. O no?

(© Riproduzione riservata)

Rispondi