Gli imputati della trattativa a Palazzo Reale? Che c’è di male a riaverli?
20 righe di veleno, In Evidenza, Primo Piano

Gli imputati della trattativa a Palazzo Reale? Che c’è di male a riaverli?


Time Sicilia

Sinceramente questa volta non condividiamo le critiche dei grillini. Vittorio Sgarbi e Gianfranco Miccichè, invitando il generale Mario Mori e il colonnello De Donno nel ‘Palazzo’ della politica siciliana per antonomasia per la presentazione del docufilm “Generale Mori-Un’Italia a testa alta” compiono un’azione culturale e filologica che ci sta…

di Procopio da Cesarea II

I parlamentari del Movimento 5 Stelle dell’Assemblea regionale siciliana criticano aspramente l’invito rivolto al generale Mori e al colonnello De Donno da Vittorio Sgarbi, in collaborazione con il presidente del Parlamento dell’Isola, Gianfranco Micciché, alla presentazione, a Palazzo Reale, del docufilm “Generale Mori-Un’Italia a testa alta”.

“È un’azione – afferma Giancarlo Cancelleri – che scredita il Parlamento e, di conseguenza, la Sicilia, considerato che Mori e De Donno sono imputati nel processo trattativa, un processo importante per la Sicilia e l’Italia. Qui siamo all’assoluzione preventiva. Alle uscite estemporanee e nettamente sopra le righe di Sgarbi e Micciché potremmo anche essere abituati. Vorremmo sapere, però, che ne pensa Musumeci, che ancora una volta si fa notare per il suo imbarazzantissimo silenzio. Perché così Sgarbi e Miccichè sono il gatto e la volpe e Musumeci il pinocchio che si fa abbindolare”.

“Al Crocetta del centrodestra, che giorno dopo giorno si sta dimostrando sempre più un fantoccio nelle mani dei partiti – prosegue Cancelleri – vorremmo ricordare che fino a qualche mese fa è stato presidente della commissione antimafia. Non può far passare sotto silenzio la vicenda. Se non riesce a far fare retromarcia al duo Sgarbi-Miccichè, ne prenda almeno le dovute distanze”.

Dobbiamo dissentire con i grillini. Perché a nostro modesto avviso l’Assemblea regionale siciliana con Sgarbi e Miccichè diventa il luogo ideale per ricevere, volendo anche in pompa magna, gli imputati nel processo sulla trattativa tra Stato e mafia.

Sgarbi e Miccichè, con questo atto di grande sensibilità, danno alla trattativa tra Stato e mafia una dimensione filologica che, per altro, mancava…

 

 

15 gennaio 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo