IAL Sicilia, la denuncia dell’USB nazionale: “Spariti gli assegni familiari dei lavoratori”
In Evidenza, Politica, Primo Piano

IAL Sicilia, la denuncia dell’USB nazionale: “Spariti gli assegni familiari dei lavoratori”


Time Sicilia

Lo racconta in un comunicato il segretario nazionale dell’Unione Sindacale di Base (USB), Sandro Cardinale. I fatti risalgono al 2013, due anni prima che uno dei più grandi Enti storici della Formazione professionale della Sicilia venisse dichiarato fallito

Spariti gli assegni familiari dei dipendenti dello IAL Sicilia? A raccontare questa storia un po’ incredibile, in un comunicato, è il segretario nazionale confederale nazionale dell’Unione Sindacale di Base (USB), Sandro Cardinale, che dice:

“In questi giorni un altro tassello si aggiunge al puzzle che i lavoratori stanno componendo in merito al modus operandi dello IAL Sicilia. Questa volta siamo davanti alla ‘scomparsa’ degli assegni familiari”.

“La storia – leggiamo sempre nel comunicato – inizia nel 2013, quando i lavoratori che non vengono retribuiti dal mese di aprile, in settembre si vedono riconosciuto il credito. Nel credito riconosciuto c’è la retribuzione, ma non compare la voce dedicata agli assegni familiari”.

“Intanto nel 2015 arriva il fallimento dell’ente e la palla passa al curatore fallimentare, il quale, dopo numerose sollecitazioni e interventi da parte dei dirigenti dell’USB, grazie agli atti prodotti nel frattempo da qualche lavoratore, non può far altro che constatare e certificare il mancato pagamento degli assegni familiari”.

Come è stato possibile?

“Semplice – sostiene Cardinale -: mettendo in ordine i documenti in nostro possesso, si può affermare che lo IAL SIcilia, che come tutti i datori di lavoro aveva una posizione di dare e avere sempre aperta con l’INPS, ha usato la quota destinata dall’INPS per il pagamento degli assegni familiari per pagare parte dei contributi degli stessi lavoratori attraverso la modalità del conguaglio, dichiarando il falso e appropriandosi di somme non proprie, ma dei lavoratori e in danno allo Stato”.

 

1 giugno 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo