In Evidenza

I diritti dei cittadini-utenti negli uffici del Comune di Palermo? Ora sì, ora no…

Pubblichiamo questa riflessione messa nero su bianco sulla propria pagina Facebook da Tony Pellicane. E’ il racconto di come negli uffici del Comune di Palermo si respiri un’area da ‘Castello’ di Kafka. I cittadini-utenti si trovano davanti un muro di gomma. Un atteggiamento che è anche il frutto di una politica assente che si occupa dei ‘grandi affari’, ignorando i reali bisogni della gente

L’OPINIONE/ Sequestro di persone alla ‘Diciotti’: come mai nessuno ha ordinato il blitz per liberare gli ostaggi?

Al ministro egli Interni si contesta un reato gravissimo: il sequestro di persona. In presenza di un reato così grave sarebbe stato logico un blitz delle Forze dell’Ordine per porre fine alla perpetrazione di questo grave reato. Mi auguro che questa indagine finisca nel nulla, anche per evitare pericolosi scontri istituzionali

Il ‘caso’ della nave ‘Diciotti’ e Salvini: sinistra e Chiesa di Papa Francesco sono dilettanti allo sbaraglio!

Ma ci vuole veramente tanto per capire che, a causa della gestione dissennata dei migranti (i centri di accoglienza per fare guadagnare una barca di soldi alle cooperative che li gestiscono), in Italia si è creato un ‘confitto orizzontale’ tra poveri del nostro Paese e migranti? In questi casi non ci si schiera, perché si perde l’appoggio di una delle due parti!

Musica, torna in pista il rocker siciliano, Peppe Pagano, con un nuovo disco

Che ricordi hai col disco Democrazia e con tutti i colleghi cantanti che hanno appoggiato con te la battaglia per l elettrodotto nella Valle Del Mela. .. uno di tutti Piero Pelù?
Risposta
Mah guarda… il ricordo e’ sempre vivo e non rinnego quello che ho scritto e cantato nel disco precedente nelle vesti da solista… il rapporto con tutti i colleghi e’ buono, compreso quello con Piero.
Con questo nuovo progetto col mio socio Santi Rigolizio stiamo facendo un percorso nuovo, diverso dai miei lavori precedenti da solista… il modo di scrivere i testi, gli arrangiamenti, ed i messaggi… Non posso svelarvi tante altre cose, dico solo che sarà una sorpresa piacevole per tutti… lo e’ stato pure per me questo cambiamento

Il grande imbroglio del debito pubblico italiano e la “Favola neoliberista” (VIDEO)

Il giornale Nientedipersonale.com pubblica una video-intervista (accompagnata con un articolo di presentazione) al filosofo Marco Bersani. Vi consigliamo di leggere tale articolo: ma, soprattutto, vi consigliamo di ascoltare i circa 30 minuti di video-intervista nella quale, con parole semplici e chiare, il filosofo spiega i limiti della “Favola neoliberista” e la storia economica italiana dagli anni ’70 del secolo passato ai nostri giorni, dal ‘divorzio’ tra Banca d’Italia e Tesoro fino al grande imbroglio dell’attuale debito pubblico

Roberto Saviano ci dice che al male non c’è rimedio: e la Tv lo promuove in prima serata!

Ma questi sono messaggi da lanciare alle giovani generazioni? Quindi è normale dire agli adolescenti di oggi che il male è l’unica chance di affermazione nel mondo? Eppure è questo il messaggio che viene fuori dalla nuova serie di ‘Gomorra’ che SKY si accinge a proporre in prima serata. Una riflessione del parlamentare nazionale del Movimento 5 Stelle, Aldo Penna

Torre Salsa: Salvini (domani in Sicilia) non li vuole, ma loro sono sbarcati lo stesso!

Proprio mentre il Ministro degli Interni e vice premier, Matteo Salvini, prosegue con il suo pugno duro con le ONG, impedendo alle navi di questa Organizzazioni Non Governativa di portare in Italia migranti, un folto gruppo di migranti è sbarcato stamattina nella Riserva naturale di Torre Salsa, nell’Agrigentino. E meno male che domani lo stesso Salvini sarà in Sicilia…

Crisi turca: e se gli Stati Uniti avessero deciso di colpire la Germania attraverso la Turchia?

La nostra, sia chiaro, è soltanto una supposizione. Ci guardiamo bene, a differenza di come fa l’attuale Ministro degli Esteri italiano, ‘l’europeista’ Enzo Moavero, a dare chiavi di lettura certe sulla crisi che si è aperta in Turchia. Noi, però, facciamo notare che, se dovesse crollare il sistema Erdogan, una gran massa di migranti i riverserebbe in Germania. E allora…