IRCAC e CRIAS: i sindacati chiedono un incontro a Governo e Ars
Economia, In Evidenza, Primo Piano

IRCAC e CRIAS: i sindacati chiedono un incontro a Governo e Ars


Time Sicilia

I rappresentanti delle organizzazioni sindacali sono preoccupati per il futuro dei lavoratori dei due enti regionali. Si parla infatti di una possibile fusione. Ma se ne parla a vuoto da almeno un quindicennio  

Che fine faranno IRCAC e CRIAS? Anzi, per essere precisi, che fine faranno i lavoratori dell’Istituto regionale per il finanziamento alle cooperative (IRCAC) e della Cassa regionale per il finanziamento alle imprese artigiane?

Se lo chiedono, in una nota, la FABI siciliana, il sindacato dei lavoratori bancari più rappresentativo della Sicilia, e i rappresentanti della CISL, della CGIL e della UIL:

“I sindacati del settore credito – si legge in un comunicato diffuso da Carmelo Raffa della FABI, Anna Cutrera della First/CISL, Francesca Artista della Fisac/Cgil e Gino Sammarco della UIL – sono preoccupati sul futuro dei lavoratori degli Enti regionali IRCAC e CRIAS interessati da una proposta modificativa delle norme attuali che non farebbe chiarezza sul futuro professionale dei lavoratori interessati ed hanno chiesto un urgente incontro con la Commissione Bilancio e Finanza dell’Ars presieduta da Riccardo Savona, alla presenza del Governatore della Sicilia, Nello Musumeci, e dell’Assessore all’Economia Gaetano Armao”.

Il tema dovrebbe essere quello della fusione tra IRCAC, CRIAS e IRFIS annunciata dal Governo. In realtà, di tale ipotesi, si parla da almeno quindici anni, ma non se n’è mai fatto nulla.

Sarà questa la volta buona?

28 marzo 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo