Letti e riletti/ Cuore di cane: i limiti della sperimentazione scientifica
Cultura, I conti in tasca, In Evidenza

Letti e riletti/ Cuore di cane: i limiti della sperimentazione scientifica


Time Sicilia

Il protagonista del romanzo di Michail Bulgagov, ‘Cuore di cane, Preobranzaski non si pone alcuno scrupolo morale. Utilizza la sua scienza senza porsi alcun dubbio di carattere etico o deontologico rispetto agli scopi che si propone di realizzare. E in questo è molto attuale…

di Lorenzo Ambrosetti

Cuore di cane, romanzo di Michail Bulgagov, è ambientato nella Russia della già avvenuta rivoluzione di ottobre, e della definitiva cacciata degli Zar.

Protagonista del romanzo, è il Professor Preobranzeski, chirurgo di fama internazionale, e il suo aiuto dottor Bormenthal.

Il Professore che, a differenza della maggior parte degli altri cittadini, gode di un trattamento di favore nei confronti delle autorità, avendo a disposizione un intero appartamento, ha collocato al suo interno anche la sala operatoria, dove effettua interventi chirurgici per i burocrati moscoviti più in vista.

Già da questo si nota l’atteggiamento morale piuttosto dubbio del Professore, che poi si svilupperà nel corso del romanzo.

Ad un certo punto il Professore decide di prendere con sé, nel proprio appartamento, un cane randagio, sul quale, volendo effettuare una sperimentazione scientifica, impianterà, con l’aiuto di Bormenthal, un cervello umano, tratto da un cadavere di uomo morto da poco tempo.
Il romanzo avrà un esito che non vogliamo anticiparvi, invitandovi a leggerlo.

Sotto alcuni punti di vista il romanzo, nella figura del Professor Preobranzeski, è accostabile al dramma per il teatro Vita di Galileo di Bertold Brecht.

Come Galileo, Preobranzaski non si pone alcuno scrupolo morale. Il primo per la soddisfazione di interessi meramente materiali che nulla hanno a che vedere con gli scopi ideali ai quali ogni scienziato che si rispetti dovrebbe mirare; il secondo perché utilizza la sua scienza senza porsi alcun dubbio di carattere etico o deontologico rispetto agli scopi che si proponeva di realizzare.

Il romanzo è di una modernità stupefacente, sol che si pensi agli esiti ai quali la ricerca scientifica è pervenuta. Si pensi alla clonazione, alla robotica e, tema di stretta attualità in questo momento storico, agli sviluppi del nucleare.

Il riferimento diretto è alle controversie, tuttora in atto, tra Stati Uniti e Corea del Nord, ed alle continue minacce che il dittatore nordcoreano indirizza a Trump.

Foto tratta da lacooltura.com

15 marzo 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo