Letti e riletti/ Filottete, il dramma della solitudine e dell’abbandono
Cultura

Letti e riletti/ Filottete, il dramma della solitudine e dell’abbandono


Time Sicilia

In questa grande opera Sofocle ha consegnato all’umanità un messaggio sempre attuale: i più deboli, anche se gli Dei possono apparire contrari, devono in qualche misura essere salvaguardati e portati in salvo dalla società

di Lorenzo Ambrosetti

Nel Filottete, Sofocle affronta la tematica, molto vicina ai nostri giorni, dell’uomo malato che viene esiliato dalla società, e relegato in un ghetto, in questo caso l’isola di Lemno, dove egli sarà costretto, con un piede malato, a procacciarsi di che vivere, e dove vivrà in assoluta solitudine.

Questo era stato il verdetto di Odisseo, capo degli Atridi, che aveva incontrato il favore di tutta la comunità dei Greci.

Il conflitto società-Stato, singolo individuo, è uno dei temi portanti della poetica di Sofocle, che affonda le sue radici nelle contraddizioni della Polis di Pericle in cui probabilmente il drammaturgo antico non intravedeva una ipotesi di democrazia perfetta

.Ma, improvvisamente, Filottete, prima esiliato, ora torna utile ai Greci, in quanto possiede le armi di Achille che sono utili ai Greci per espugnare Troia.

Così Odisseo convince Neottolemo ad avvicinarsi a Filottete ed a sottrargli, con l’inganno, le armi, che poi sono l’unica risorsa di sopravvivenza per l’eroe greco.

Ma Neottolemo obbedirà, alla fine, alle ragioni del cuore e non si sentirà di abbandonare l’antico eroe nell’isola di Lemno, in preda al suo male, come, invece, avrebbe voluto il maligno Odisseo.

Tra Neottolemo e Filotette si instaurerà, infatti, un rapporto umano e, da presunti nemici, diverranno complici nel progetto di salvataggio del malato.

E’ questo il messaggio che lancia Sofocle con la sua opera: i più deboli, anche se gli Dei possono apparire contrari, devono in qualche misura essere salvaguardati e portati in salvo dalla società.

E’ l’umanesimo sofocleo di cui si fa portatore nel dramma Neottolemo la cui sincerità e le cui virtù di coraggio e determinazione serviranno a salvare l’antico eroe greco.

Foto tratta da engramma.it

19 giugno 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo