Margherita non può avere i suoi soldi? Per Marziano è colpa dei decreti ingiuntivi….
In Evidenza, Politica

Margherita non può avere i suoi soldi? Per Marziano è colpa dei decreti ingiuntivi….


Time Sicilia

La sua storia ve l’abbiamo raccontata qualche giorno fa: è la storia di Margherita,  un’operatrice dell’ente di formazione ANFE di Catania che è creditrice di migliaia di Euro dalla Regione, ma che si ritrova senza i soldi per poter curare il proprio figlio molto malato. 

I suoi appelli sono sempre rimasti inascoltati, così come quelli dei tantissimi colleghi che aspettano le dovuto retribuzioni da quasi due anni.

La notizia di oggi è che l’assessore al ramo, Bruno Marziano, ha finalmente deciso di risponderle, ma attraverso un canale non proprio ‘istituzionale’. Lo fa, infatti, attraverso un quotidiano online (livesicilia.it) al quale dice che “incontrerà la donna” ma che non sarò facile aiutarla perché “quando vengono presentati i decreti ingiuntivi, infatti  la pubblica amministrazione è obbligata a seguire l’ordine cronologico delle richieste. E la sua è arrivata tra le ultime, quando i fondi disponibili sono sostanzialmente finiti, anche a causa delle spese legali legate alle ingiunzioni, che hanno fatto lievitare la somma oltre i crediti vantati dall’Anfe Catania nei confronti della Regione”.

Una dichiarazione sconcertante: se non potrà avere il dovuto, sarebbe  colpa dei decreti ingiuntivi che i lavoratori sono stati costretti a presentare per recuperare i loro stipendi. 

Non stupisce che la federazione Unione Sindacale di Base di Palermo si dica “indignata per l’atteggiamento cinico che ha adottato l’assessore Marziano verso la Sig. Margherita che  vanta dei crediti dalla Regione Siciliana di ben 22 mensilità”.
“Dopo ripetute richieste sia telefoniche che per iscritto avanzate dalla USB atte sciogliere questo nodo, il buon assessore ha scelto una testata giornalistica da tramite con la lavoratrice per far sapere che soldi non ce ne sono più e che l’avrebbe aiutata con qualche piccola somma. A fronte di tutto questo la USB – dice Sandro Cardinale- reitera la richiesta di risoluzione del problema e contestualmente invita l’assessore ad una corretta relazione sindacale. Nella remota ipotesi di mancata risoluzione della questione, la USB sarà costretta ad intraprende azioni di lotta”.

Formazione professionale, il dramma familiare di Margherita Vicari: appello di Costantino Guzzo (USB)

13 aprile 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo