E’ morto Fidel Castro: riposa in pace indimenticabile guerriero

Lo ricordiamo con questa intervista eccezionale rilasciata a Gianni Minà

Fidel Castro, Prime Minister of Cuba, smokes a cigar during his meeting with two U.S. senators, the first to visit Castro's Cuba, in Havana, Cuba, Sept. 29, 1974. (AP Photo)

Con lui se ne va un pezzo di storia. Mentre già assistiamo alla danza dei giudizi frettolosi e delle ipotesi più ardite, noi oggi vogliamo solo salutarlo. E ricordarlo con questa intervista eccezionale rilasciata a Gianni Minà

E’ stato il fratello Raul, quando a Cuba era da poco passata la mezzanotte, ad annunciare in tv “al popolo dell’isola, agli amici della Nostra America e al mondo che alle 22.29 del 25 novembre del 2016 è deceduto il comandante in capo della Rivoluzione Cubana Fidel Castro Ruz”.

Messaggio concluso con l’ormai leggendario “Hasta la victoria siempre”.

Fidel aveva 90 anni.  Cuba ha proclamato 9 giorni di lutto nazionale nei quali “non si svolgeranno attività e spettacoli pubblici” mentre la bandiera di Cuba sarà “a mezz’asta nelle sedi pubbliche e istituti militari. La radio e la tv rispetteranno una programmazione informativa, patriottica e storica”.

I funerali si svolgeranno il 4 dicembre. La cerimonia sarà nel cimitero di Santa Ifigenia, nella città di Santiago de Cuba.  Il corpo di Fidel, l’uomo che ha segnato la storia di Cuba per quasi sessant’anni diventando un’icona della politica della sinistra nel mondo intero, sarà cremato oggi stesso.

La notizia, va da sé, ha fatto il giro del mondo e i messaggi di cordoglio non si contano. Così come le polemiche, i giudizi frettolosi e le discussioni sugli ipotetici cambiamenti per Cuba dopo la morte del lider maximo (assai improbabile che cambi qualcosa, visto che il potere non era più nelle sue mani e la strada verso l’apertura al resto del mondo, all’America in particolare, è già tracciata).

Noi oggi vogliamo solo salutarlo: riposa in pace indimenticabile guerriero.  E ricordarlo con questa eccezionale intervista rilasciata nel 1987 a Gianni Minà in cui parla della sua rivoluzione e della sua amicizia con Che Guevara. 

Rispondi