In mostra a Palermo le “Femmine” di Fester
Cultura

In mostra a Palermo le “Femmine” di Fester


Time Sicilia

di Giovanni Adelfio

C’ e’ qualcosa di nuovo a Palermo , vicino ai Quattro Canti. C’ e’ la bellezza di tre riproduzioni pittoriche, esposte in vetrina in un delizioso bistrot palermitano; tre femmine che ti guardano, anzi  che ci guardano…. Sono le opere di Antonio Fester Nuccio,  pittore palermitano che vive a Modena , che sceglie di esporre i suoi lavori a due passi dal teatro del sole , nelle vetrine del bistro’ Bisso (gli ex locali della libreria Dante ).
La prima reazione, guardando le opere di Fester , è quella di sorridere , poiché le sue donne, nel trucco, nelle acconciature, nell’abbigliamento, possiedono qualcosa di grottesco. Dietro questo primo approccio emozionale, si manifesta invece la sua personalissima ricerca Pop , con grandi slanci di “Sicilitudine”, tra la farsa e il grottesco per l appunto.
I personaggi di Fester vanno in scena , come in una rappresentazione teatrale; i costumi , le parrucche , le facce e i colori utilizzati sono scelti con cura, poiché come in teatro devono raccontare il personaggio, ovvero l’attore che si muove nel suo spazio scenico: il Quadro.

La dovizia di particolari, con la quale Fester rappresenta le sue donne , evoca a tratti il lavoro certosino dei pittori medioevali: la fissità dello sguardo, la stilizzazione dei visi e l’assenza prospettica rimanda invece alle icone bizantine , che popolano le volte e i mosaici di alcune chiese palermitane .
Il tutto avviene e si mostra a due passi dai Quattro Canti , teatro palermitano barocco per eccellenza , in un giuoco di specchi e di rimandi .
Grazie Antonio Fester Nuccio , per il tuo contributo artistico alla città di Palermo, grazie a Emanuele Pistola e Dario Bisso , che hanno promosso e reso possibile questa iniziativa culturale : a Palermo fino al 15 dicembre .

25 novembre 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo