Nadia Spallitta: “I fallimenti del centrosinistra fanno crescere il centrodestra. Anche se…”
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Nadia Spallitta: “I fallimenti del centrosinistra fanno crescere il centrodestra. Anche se…”


Time Sicilia

Anche se, alla fine, sottolinea la coordinatrice dei Verdi di Palermo, un po’ tutti i soggetti della vecchia politica siciliana si presentano come “coalizioni opposte apparentemente, ma poi nei fatti, nelle modalità di gestione del potere e nei risultati, assolutamente similari”

“Alcuni recenti sondaggi indicano in Sicilia il centrodestra vincente. E’ il risultato di un’amministrazione degli ultimi anni inadeguata e inefficiente”.

Lo dice Nadia Spallitta, coordinatrice dei versi di Palermo. Chiaro il riferimento al centrosinistra, che amministra la Regione siciliana dal 2008.

“Senza politiche economiche attente, di contrasto alla povertà ed in favore dell’occupazione”, sottolinea Nadia Spallitta, la sinistra è perdente. Perché perde il contatto con le proprie radici e con la società. Per l’esponente dei Verdi, in questi anni, il centrosinistra siciliano non ha investito nella “capacità di innovazione, di ricerca, di investimento”, mostrando, invece, una “scarsa volontà di valorizzare l’agricoltura, i beni ambientali, quelli culturali, storici, artigianali”.

“Così mentre la Sicilia decresce, arretra, si svuota, si imbruttisce e si inaridisce – sottolinea sempre Nadia Spallitta – il centrodestra, stando alle statistiche, gongola e cresce. Anche se a guardare bene è difficile scorgere le reali differenze degli schieramenti politici”.

Per l’esponente dei Verdi, “coalizioni opposte apparentemente, ma poi nei fatti, nelle modalità di gestione del potere e nei risultati, assolutamente similari. Pronti tutti a governare in modo trasversale, secondo logiche obsolete, disinteressate a trovare soluzioni ai problemi che lasciano fuori dalle scelte prioritarie gli interessi reali del territorio e dei cittadini. Espressione di una stessa tipologia di classe dirigente che da oltre trent’anni impedisce ogni crescita alla nostra terra e costringe, soprattutto le nuove generazioni, alla fuga”.

3 settembre 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo