A Napoli “Un ponte tra Due Sicilie e Russia” per rinsaldare l’amicizia tra i russi e la nostra Isola
Cultura, In Evidenza, Primo Piano

A Napoli “Un ponte tra Due Sicilie e Russia” per rinsaldare l’amicizia tra i russi e la nostra Isola


Time Sicilia

L’evento, voluto dal Real Circolo Francesco II di Borbone, si terrà a Napoli il 14 luglio. Valentina Dell’Aira, delegata regionale del Real Circolo: “Nel nostro piccolo, noi continueremo ad adoperarci affinché la conservazione della memoria storica ed il ripristino della verità circa le relazioni tra Italia e Russia sia sempre più un dato di fatto e non mera retorica”

Mentre l’Unione Europea ha perso occasioni e ricchezza per andare dietro all’embargo alla Russia voluto da Obama, c’è chi, con intelligenza e lungimiranza, sta costruendo ottimi rapporti con il Paese di Putin. Così, per la prima volta nella lunga storia di amicizia che lega Italia e Russia, andrà in scena, a Napoli, una celebrazione commemorativa sui 240 anni di relazioni diplomatiche tra la Russia ed il Regno di Napoli. L’appuntamento è per il 14 luglio, alle 10,00, presso la Sala Giunta della Città Partenopea. Un incontro storico voluto dal Real Circolo Francesco II di Borbone.

Non si tratta di un’iniziativa isolata, ma di un tassello di un progetto di ampio respiro voluto dal Real Circolo: “Un ponte tra Due Sicilie e Russia”. L’obiettivo è quello di di coltivare e rinsaldare i “rapporti di amicizia e collaborazione per la pace e prosperità tra i due popoli”.

Tante le presenze di rilievo previste per il 14 luglio. Ci sarà il padrone di casa, ovvero il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Quindi l’ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Federazione Russa in Italia, Sergey Razov, alti funzionari russi, i rappresentanti istituzionali del nostro Paese e gli esponenti di alcune famiglie nobili. Nel corso della manifestazione verrà presentata la lapide commemorativa posta sulla facciata di quella che fu residenza del Conte Andrey Kirillovich Razumovskij, Primo ministro straordinario e plenipotenziario russo a Napoli.

Dice Valentina Dell’Aira, delegata regionale del Real Circolo:

“Più in generale l’evento ha come obiettivo quello di ricordare come il legame tra i popoli italiano e russo si sia rafforzato e sia cresciuto nel corso dei secoli. Fin dai tempi di Caterina II, i nostri Paesi hanno infatti stretto rapporti diplomatici, commerciali e culturali. Le relazioni italo-russe affondano insomma le proprie radici tanto nella cultura quanto nella storia; ed il loro rafforzamento passa pertanto per un costante e proficuo dialogo politico. La solidità di tali rapporti ha storicamente permesso, ad esempio, all’Impero russo di espandere l’influenza della propria flotta nelle acque del Mediterraneo, così come ha portato all’aumento di fatturato del commercio tra le due realtà e creato condizioni favorevoli per la mobilità di viaggiatori ed artisti”.

“Da anni – aggiunge la dottoressa Valentina Dell’Aira – l’Associazione culturale Russkoe Pole, in qualità di organizzatore e promotore dell’evento, è attiva nella ricerca di documenti storici negli archivi e nelle biblioteche dei due Paesi, senza però disdegnare il lavoro anche presso archivi privati appartenenti a famiglie aristocratiche. Nel nostro piccolo, noi continueremo ad adoperarci affinché la conservazione della memoria storica ed il ripristino della verità circa le relazioni tra Italia e Russia sia sempre più un dato di fatto e non mera retorica. Lo facciamo perché siamo convinti che questo evento storico contribuirà a dare ulteriore forza alle relazioni culturali, sociali e politiche, oltre a coadiuvare la cooperazione economica tra i nostri Stati, così da centrare quelli che sono gli obiettivi comuni posti a noi tutti dalla modernità”.

5 luglio 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo