Palermo, addio al pittore Aldo Pecoraino

L’artista era considerato uno dei pilastri dell’arte siciliana, grazie all’attaccamento alla sua terra e alla riproduzione fedele delle essenze e dell’anima della Sicilia e dei suoi territori

 È morto ieri a Palermo il pittore Aldo Pecoraino. Avrebbe compiuto 90 anni il 10 dicembre e in quella occasione era previsto un incontro in suo onore. L’artista era considerato uno dei pilastri dell’arte siciliana, grazie all’attaccamento alla sua terra e alla riproduzione fedele delle essenze e dell’anima della Sicilia e dei suoi territori.  I boschi di Gibilmanna, dove ha vissuto a lungo, sono stati fonte di ispirazione di molti dei suoi dipinti.
Pecoraino si diplomò in pittura all’Accademia delle Belle Arti di Palermo nel 1954 dove ebbe la cattedra di restauro fino al 1996. Fra gli anni ’50 e ’60 vinse numerosi premi per le arti figurative. Sono anni di intensa attività artistica ed espositiva e di sodalizio, amicizia e crescita con l’ambiente intellettuale palermitano. Primi fra tutti Enzo e Elvira Sellerio, che gli saranno sempre accanto e diverranno i suoi principali collezionisti, Leonardo Sciascia, lo scultore Giacomo Baragli, il fratello scultore Mario Pecoraino e molti altri.
Stamattina i funerali a Palermo.

Rispondi