Paragone infelice, ma Beppe Grillo non ha offeso gli autistici e le loro famiglie
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Paragone infelice, ma Beppe Grillo non ha offeso gli autistici e le loro famiglie


Time Sicilia

C’è molta ipocrisia. E tanta strumentalizzazione politica e mediatica. Quando Grillo tirò fuori la battuta sullo “psiconano” e sul “nano di Arcore” molti politici e la gente comune ridevano perché si parlava di Berlusconi. Oggi la stessa gente si indigna. Esistono malattie di serie B?

di Filippo Occhipinti

Non è una difesa di Beppe Grillo. Ma l’ipocrisia e la strumentalizzazione soprattutto politica del fatto è peggio del fatto stesso.

Ascoltando per bene il video e tutto l’intervento tutto cambia rispetto a quanto riportato da certi giornali ormai schierati politicamente. Non ha mai offeso gli autistici, né paragonati agli psicopatici, se non nel senso delle malattie, ha fatto un esempio relativamente agli affetti da Asperger indirizzandola verso i “filosofi” della TV che non ci fanno capire mai quello che vogliono dire e volutamente.

Ha torto?

Non ha mai offeso né gli autistici, né le loro famiglie, né tanto meno, gli psicopatici e i nevrotici.

Ha solo detto che siamo pieni di malattie di questo tipo, purtroppo. Basta “ascoltare” bene il video ufficiale, non solo “sentire” per poi buttarla in cacciara politica.

Ha fatto un paragone infelice, certamente, può essere, ma è lo stesso dello psiconano e del nano di Arcore.

Allora, però, molti politici e gente comune ridevano perché si parlava di Berlusconi. Oggi la stessa gente si indigna. Esistono malattie di serie B?

Alcuni di questi politici, poi, nel passato hanno pure tagliato i fondi per i disabili gravi e PIF intervenne con la sua potenza mediatica per recuperarli (Rosario Crocetta, governatore dei renziani di Sicilia, ricordate?).

Anche allora quei politici silenti si indignarono? O dovettero difendere la loro creatura per mantenere le loro poltrone, i renziani ben 5 assessorati e decine e decine di posti di sottogoverno di Crocetta?

La strumentalizzazione, soprattutto quella buttata in politica è peggio del fatto stesso.

23 ottobre 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo