I pescatori siciliani sono liberi: Conte e Di Maio vanno a riprenderli

Le agenzie di stampa, in queste ore, stanno divulgando una notizia che aspettavamo da tempo: “Il premier, Giuseppe Conte, e il ministro degli Affari Esteri, Luigi Di Maio, a quanto si apprende da autorevoli fonti, sono in volo verso Bengasi per la liberazione dei 18 pescatori di Mazara del Vallo sequestrati, con i loro due pescherecci, da oltre 100 giorni in Libia” scrive l’AdnKronos.

A Bengasi, roccaforte del generale Khalifa el-Haftar sono trattenuti da inizio settembre gli equipaggi di due pescherecci siciliani di Mazara del Vallo: 18 persone, tra cui 8 siciliani, 6 tunisini, 2 indonesiani e 2 senegalesi. Tutti pescatori di Mazara del Vallo.Tutti siciliani per la comunità locale che ha vissuto con enorme sofferenza questa assurda vicenda.

“Era ora! Aspettiamo la conferma ufficiale della liberazione dei 18 pescatori. L’Intera comunità li sta aspettando”, ha commentato all’Adnkronos Salvatore Quinci, il sindaco di Mazara del Vallo. “Siamo davvero felici – dice il sindaco – sappiamo che questi sono momenti importanti. Dalla Libia ci arrivano telefonate che ci confermano l’imminente liberazione. Aspettiamo la conferma a momenti”.

Mentre l’Ansa riporta il commento di un armatore: :”Aspettiamo la conferma ufficiale ma oggi sembra proprio la giornata giusta”. Emozionato e con la voce rotta dal pianto, risponde così a Radio Capital Marco Marrone, armatore della Medinea, uno dei due pescherecci sequestrati 108 giorni fa in Libia.

“Ho parlato con il ministro Bonafede che mi ha detto: “C’è qualcosa di buono nell’aria”. “Per me un’emozione assurda – conclude Marrone – ho pianto come un bambino. Ora aspettiamo solo la conferma”.
READ  Natale in Libia per i pescatori siciliani? Bonus 'vacanza' del governo siciliano e romano...

Rispondi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com