Politica

Virginia Raggi (Roma) e Giuseppe Sala (Milano): i due pesi e le due misure della ‘grande informazione’ italiana
Editoriale, Politica

Virginia Raggi (Roma) e Giuseppe Sala (Milano): i due pesi e le due misure della ‘grande informazione’ italiana


Time Sicilia

Un dipendente del Comune di Roma ha commesso reati ai tempi in cui i sindaci si chiamavano Gianni Alemanno (centrodestra) e Ignazio Marino (centrosinistra). Questo dipendente – Raffaele Marra – è stato arrestato e siccome lavora per l’Amministrazione comunale si deve dimettere il sindaco Virginia Raggi. Giuseppe Sala ha gestito il grande (e costosissimo) inghippo chiamato EXPO. La magistratura indaga. Lui – Sala – ha inventato l’autosospensione da sindaco di Milano (ma cosa teme?). Eppure resta dov’è. La dimostrazione che centrodestra e centrosinistra, ormai, fanno ridere

Scuola: in Campania ‘classi-pollaio’ con studenti disabili anche nelle aree a rischio sismico. E in Sicilia?
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Scuola: in Campania ‘classi-pollaio’ con studenti disabili anche nelle aree a rischio sismico. E in Sicilia?


Time Sicilia

Per porre fine a questa vergogna frutto dei ‘risparmi’ imposti da una sempre più fallimentare Unione Europea sono dovuti intervenire i giudici del TAR di Napoli. La denuncia dell’ANIEF. Da qui una domanda: qual è la situazione in Sicilia? Siamo sicuri che nella nostra disastrata Isola non si verifichi la stessa cosa nel silenzio generale?

Il Sud è insorto: la questione meridionale travolge Renzi
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Il Sud è insorto: la questione meridionale travolge Renzi


Time Sicilia

Il rischio è che si banalizzi riducendo tutto a Renzi sì o Renzi no. Il problema è molto più grande e riguarda una vasta aerea del Paese che non si sente rappresentata: “Il No del sud non è stato semplicemente un voto di rivolta, né è stato unicamente il prodotto del rancore delle periferie. È stato innanzitutto un voto prodotto dalla dimenticanza della questione meridionale da parte dei vertici nazionali del Pd”

Le firme ‘false’ dei grillini a Palermo? Una storia strana che sembra fatta apposta per colpire chi ha colpito su rifiuti e abusivismo edilizio
Politica, Primo Piano

Le firme ‘false’ dei grillini a Palermo? Una storia strana che sembra fatta apposta per colpire chi ha colpito su rifiuti e abusivismo edilizio


Time Sicilia

Alla politica siciliana la fine della stagione ‘commissariale’ in materia di gestione dei rifiuti ha fatto perdere la gestione in caduta libera di centinaia e centinaia di milioni di Euro. Così sarebbe maturata un’operazione a largo raggio per eliminare chi ha prodotto questo ‘danno’ alla politica siciliana. Mettendo fuori gioco i grillini che hanno fatto bene il proprio lavoro, colpendo duro invece di vendere aria fritta (come succede spesso all’Ars). I ‘casi’ emblematici di Claudia Mannino, Loredana Lupo e Riccardo Nuti. Vediamo cosa ci potrebbe essere dietro questa storia. Facendo parlare i fatti

1 17 18 19 20 21 27
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo