Primo Piano

… e gli uffici dell’ENEL di Palermo rimasero senza energia elettrica!
Economia, In Evidenza, Primo Piano

… e gli uffici dell’ENEL di Palermo rimasero senza energia elettrica!


Time Sicilia

La notizia è assurda, ma è vera. A certificarlo è un docente universitario – Marco Trapanese – che si occupa proprio di questi argomenti. parliamo di un professore associato di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e professore di macchine elettriche. E’ giustificabile un fatto del genere? Un’istituzione come l’ENEL dovrebbe “avere sistemi di sicurezza che garantiscano la operatività sempre in ogni condizione. Semplicemente sempre, senza se e senza ma”. Intanto…

Porto franco: Trieste sì, Messina no. Alla fine, per la Città dello Stretto, il Borbone ha fatto di più dell’Italia!
Economia, In Evidenza, Primo Piano

Porto franco: Trieste sì, Messina no. Alla fine, per la Città dello Stretto, il Borbone ha fatto di più dell’Italia!


Time Sicilia

La Sicilia si conferma una colonia governata da ascari. Non si spiega altrimenti il fatto che lo Stato abbia istituito il Porto franco a Trieste negandolo, contemporaneamente, a Messina. Quella del Porto franco della Città dello stretto è una vicenda che si trascina da decenni. Né si può dire che siamo mancati esponenti politici messinesi di respiro nazionale. La verità è che alla cosiddetta classe dirigente di questa città del Porto franco non glien’è mai fregato nulla. Messina è stata una città importante durante il Regno delle Due Sicilie, con la ‘dominazione’ italiana è stata, di fatto, relegata in secondo piano

Renato Costa: alle elezioni regionali, senza una lista alternativa al PD, si spiana la strada ai populismi
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Renato Costa: alle elezioni regionali, senza una lista alternativa al PD, si spiana la strada ai populismi


Giulio Ambrosetti

Una chiacchierata a trecentosessanta gradi con Renato Costa, segretario della CGIL medici della Sicilia, da sempre comunista marxista dichiarato. La “confusione” a sinistra provocata dall’accordo tra la federazione di Rifondazione comunista di Palermo e Leoluca Orlando. Il ‘caso’ di Marcello Susinno, già dirigente di Nuova Sicilia di Bartolo Pellegrino, finito nella lista di Sinistra Comune alle elezioni comunali di Palermo. La necessità di una lista alternativa al PD alle elezioni regionali siciliane di novembre

Saverio Cipriano: “Piero Grasso? Da presidente del Senato non ha fatto nulla per difendere la Sicilia”
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Saverio Cipriano: “Piero Grasso? Da presidente del Senato non ha fatto nulla per difendere la Sicilia”


Giulio Ambrosetti

Intervista a trecentosessanta gradi al coordinatore regionale confederale di Democrazia e lavoro della CGIL (in pratica, la sinistra di questa organizzazione sindacale,, Saverio Cipriano. L’occasione per parlare di Palermo, del ‘modello’ di Leoluca Orlando, del tentativo del PD siciliano di far dimenticare i disastri che ha provocato negli ultimi cinque anni nascondendosi dietro la faccia di Piero Grasso. E anche un ragionamento su una possibile alleanza tra la vera sinistra siciliana e gli autonomisti-indipendentisti sotto il segno di Antonio Canepa

Grano duro estero: I Nuovi Vespri e GranoSalus vincono in Tribunale contro le multinazionali della pasta
Economia, Primo Piano

Grano duro estero: I Nuovi Vespri e GranoSalus vincono in Tribunale contro le multinazionali della pasta


Time Sicilia

Le società Barilla, Garofalo, De Cecco, Divella e La Molisana e dell’A.I.D.E.P.I. (Associazione delle Industrie e della Pasta Italiane) avevano chiesto al Tribunale di Roma la cancellazione, dal blog de I Nuovi Vespri (con il quale questo giornale collabora) e dal sito di GranoSalus, di una serie di articoli sulla questione del grano duro perché li ritenevano “diffamatori”. Ma la loro istanza è stata respinta (in calce il pronunciamento dei giudice del Tribunale di Roma)

Come nelle elezioni regionali del 2008, a Palermo si assiste a un rimescolamento di voti
20 righe di veleno, In Evidenza, Primo Piano

Come nelle elezioni regionali del 2008, a Palermo si assiste a un rimescolamento di voti


Time Sicilia

C’è, però, una differenza: alle regionali del 2008 i siciliani andarono a votare. Alle elezioni comunali di Palermo di ieri il 48% degli elettori ha disertato le urne. Quindi, in questo secondo caso, assistiamo a un rimescolamento al ribasso. Come nel 2008 sembra esserci un ‘disegno’ che allora era più sfumato

Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora
Politica, Primo Piano

Amministrative, l’astensionismo trionfa ancora


Patrizia Gangi

Mentre ancora prosegue lo scrutinio in molti comuni interessati dalla tornata delle amministrative di ieri, alcuni dati sembrano già certi:  a Palermo, Leoluca Orlando sbaraglia la concorrenza e con circa il 45% sarà sindaco senza neanche passare dal ballottaggio. Che, invece, sarà celebrato a Trapani e con ogni probabilità tra Mimmo Fazio – il deputato…

1 2 3 4 18
Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo