Chi Siamo

E’ tempo di Sicilia. Di una Sicilia nuova che, con la sua voce, si confronti con il mondo. Senza intermediari. Senza reticenze. Senza l’aiuto di ‘falsi esperti’ che sanno raccontare della nostra Isola quello a cui ci ha abituato la pubblicistica “ricca di pregiudizi”, per dirla con la Svimez (l’Associazione per lo sviluppo industriale del Mezzogiorno). Tesi che, spesso, rasentano il razzismo culturale.
E’ tempo di Sicilia. Una Sicilia che non rivendicherà nulla, se non la verità. Una verità negata dalla storia, dalla propaganda, dalla disinformazione. E, soprattutto, da quella politica-politicante che ha sacrificato le enormi potenzialità di questa terra nel nome della carriera di una classe dirigente mediocre, arruffona, populista e intellettualmente disonesta.
TimeSicilia nasce per tentare di squarciare il buio che oggi avvolge la nostra terra. Cercheremo di raccontarvi i fatti da un punto di vista diverso, scevro da qualsiasi condizionamento. Proveremo ad andare al di là di ogni apparenza, senza timori reverenziali. Illustrando i fatti del passato e del presente, inserendoli nei rispettivi contesti e proiettandoli nel futuro. Anche indagando i retroscena che tante volte rimangono nell’ombra.
Fatti siciliani, ma anche fatti internazionali visti da noi. Siamo abituati a considerare quel che succede al di là dello Stretto da un punto di vista romano-nordico. Proveremo a capovolgere questa prospettiva: anche dalla Sicilia si può fare informazione raccontando e commentando quello che succede lontano da noi. La Sicilia ha sempre avuto intelletti in grado di cogliere l’essenza di questa Italia e a loro torneremo a dare voce. Lo stesso vale per quello accade in Europa e altrove.
Ma TimeSicilia nasce anche per favorire il dialogo della nostra terra con il resto del mondo. Al quale racconteremo la nostra storia e le nostre storie come non le hanno mai sentite. Proveremo a raccontare il passato: compresi i fatti e i personaggi avvolti dal silenzio e da ricostruzioni di comodo, se non false.
La Sicilia è un racconto: bisogna solo farla parlare, magari andando al di là delle ricostruzioni ufficiali che, in alcuni casi, hanno falsificato la storia. Proveremo a raccontare i luoghi e i personaggi che stanno dietro a certi luoghi tra passato e presente.
La nostra voce all’estero in diretta, senza interpreti. Per presentare le meraviglie della nostra terra, ma anche il perché, oggi, ci siamo ridotti in questo stato di semi-indigenza.
La Sicilia, nel passato, era una delle mete ambite del Grand Tour, un viaggio per le ‘Capitali’ europee che veniva considerato fondamentale per la formazione delle coscienze del Vecchio Continente. Statisti, scrittori, poeti, filosofi, sociologi ed economisti non potevano non vedere, almeno una volta nella vita, i luoghi, i misteri e i piaceri della nostra Isola.
Certo, oggi lo scenario è mutato. Ma nonostante i danni prodotti in tutti questi anni dalle ‘presunte’ classi dirigenti siciliane, la nostra isola è ancora affascinante. E’ ancora e sarà sempre un punto di riferimento per chi ama la cultura. Per questo il nostro sito avrà anche una sezione in inglese, a cominciare da quelle dedicate al turismo e all’enogastronomia, per poi estendere la traduzione (magari anche in altre lingue) a tutte le altre sezioni.
Piano piano, e con il vostro aiuto, cercheremo di fare di TimeSicilia la voce di un’altra Sicilia nel mondo.

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo