Risiko libico, un gioco senza regole

“Che Libia ci attende in questo risiko geopolitico senza regole? Della missione libica a guida italiana non si è vista manco l’ombra, in Libia gli attori internazionali agiscono di testa loro perseguendo i propri interessi”

Smoke and flames rise during fighting between Islamist militias and forces loyal to a retired general Khalifa Haftar, in Benghazi, Libya, 02 June 2014. ANSA /MAHER ALAWAMI

Un interessante articolo pubblicato da Sputniknews Italia fa il punto sul caos libico:

“Un bottino appetitoso la Libia, ma anche un Paese allo sfascio. La liberazione di Sirte dai tagliagole di Daesh è vicina, ma i guai stanno solo per cominciare in un Paese diviso in fazioni appoggiate da troppi attori esterni.

Che Libia ci attende in questo risiko geopolitico senza regole? Della missione libica a guida italiana non si è vista manco l’ombra, in Libia gli attori internazionali agiscono di testa loro perseguendo i propri interessi. Di quale unità nazionale e quale pace si può parlare se i Paesi europei e le potenze internazionali appoggiano fazioni contrapposte e non seguono una strategia comune”?

continua a leggere

 

Rispondi