Mentre si discute di Totò Riina, l’Agenzia delle Entrate si prepara a entrare nei nostri conti correnti…
Economia

Mentre si discute di Totò Riina, l’Agenzia delle Entrate si prepara a entrare nei nostri conti correnti…


Time Sicilia

A  luglio l’Agenzia delle Entrate (che ha inglobato Equitalia) potrà entrare nei conti correnti dei cittadini italiani per prendersi direttamente i soldi a chi ha debiti con il Fisco. Il messaggio è chiarissimo: se siamo in difficoltà, se siamo disoccupati, se siamo malati, ebbene, sono cazzi nostri. Dietro questa manovra c’è l’Europa dell’Euro che, dopo aver ‘spolpato’ la Grecia, sta cominciando a ‘spolpare’ in modo sempre più deciso l’Italia. E gli italiani che cosa fanno?

Mentre l’informazione di regime distrae l’opinione pubblica – notevole la trovata Totò Riina fuori dal carcere sì, Totò Riina fuori dal carcere no – il Governo Gentiloni e il PD di Renzi, con la connivenza del Parlamento di ‘nominati’, hanno stabilito che l’Agenzia delel Entrate (che ha incorporato Equitalia) entrerà nei conti correnti privati per prendersi i soldi in caso di debiti con il Fisco.

Sapete perché Gentiloni, Renzi e il PD hanno adottato ‘sto provvedimento? Perché gli introiti delle tasse diminuiscono, nel senso che oltre 12 milioni di italiani – ormai impoveriti dall’Europa dell’Euro – ogni mese debbono scegliere:

pago Agenzia delle Entrate-Equitalia o acquisto i libri di scuola a mio figlio?

pago Agenzia delle Entrate-Equitalia o pago gli arretrati del condominio?

pago Agenzia delle Entrate-Equitalia o mangio a pranzo e a cena per tutto il mese?

Il problema è che la Germania – che controlla l’Unione Europea dell’Euro – ha già ‘spolpato’ la Grecia e, adesso, non può certo permettersi che l’Italia non paghi almeno una parte del debito pubblico che, dal 2011 ad oggi – nonostante i sacrifici imposti agli italiani – è passato da mille e 800 miliardi di Euro a quasi 2 mila e 300 miliardi di Euro. Una truffa!

Buona parte della tasse che gli italiani pagano, infatti, non serve per dare servizi ai cittadini, ma per mantenere l’Unione Europea (Parlamento e altre istituzioni), che costa agli italiani circa 20 miliardi di Euro all’anno. In più bisogna pagare gli interessi sul debito pubblico.

Questi banditi, predoni e massoni dell’Unione Europea dell’Euro hanno trasformato il debito pubblico dell’Italia – che in un Paese che ha la sovranità monetaria non significa nulla –  in debito di famiglie e imprese.

Con gli interessi sul debito di Italia e Grecia – e con i differenti tassi – la Germania ha costruito la propria fortuna. Basti pensare che in Italia un professore di Liceo, a fine carriera, non arriva a 2 mila euro al mese. Mentre il Germania un professore di Liceo chiude la carriera con uno stipendio di 4 mila e 300 euro al mese!

Basti pensare che la spesa alimentare – a parità di prodotti – in Germania costa il 20% in meno che in Italia.

Questo è l’euro che nessuno ci racconta. Ora i tedeschi si sono sono accorti che dall’Italia arrivano meno soldi. I balzelli ci sono, ma molti italiani non li possono più pagare, a meno che non si tolgano il pane di bocca e non lo tolgano ai loro figli.

Così la Germania ha dato disposizione a chi governa oggi l’Italia di prelevare i soldi direttamente dai conti correnti degli italiani in difficoltà. All’Unione Europea dell’Euro e ai tedeschi degli italiani non gliene fotte nulla dell’Italia: vogliono i soldi per continuare a vivere bene alle spalle della Grecia e degl’italiani.

Questa è l’Unione Europea che nessuno racconta. Da questo schifo di Unione Europea, giustamente, si è chiamato fuori un Paese serio e civile come l’Inghilterra (e infatti ne comincia a subire le conseguenze…).

Questa è la Germania che controlla l’Unione Europea.

E questa è l’Italia di Renzi e del suo PD.

E noi italiani che facciamo? Nulla!

La Germania ha ordinato all’Italia – a chi governa l’Italia – di approvare una legge elettorale per ‘nominare’ tutti i futuri parlamentari di Camera e Senato. Perché senza i parlamentari ‘nominati’ non si possono fare le porcate tipo il prelevamento dei soldi dai conti correnti dei cittadini.

Pensate ai pensionati che non arrivano alla fine del mese e che, se sono pure malati, fanno fatica ad acquistare le medicine (che in Italia, per una buona metà, sono a pagamento, e per le medicine non a pagamento c’è il tiket). Hanno obbligato i pensionati ad avere un contro corrente; ora hanno anche la possibilità, se non pagano, di andare e prelevare i loro soldi dai conti correnti dei pensionati, senza passare dai giudici.

Questa è la ‘sinistra’ che governa l’Italia.

 

7 giugno 2017

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo