GranoSalus

Grano duro estero: I Nuovi Vespri e GranoSalus vincono in Tribunale contro le multinazionali della pasta

Le società Barilla, Garofalo, De Cecco, Divella e La Molisana e dell’A.I.D.E.P.I. (Associazione delle Industrie e della Pasta Italiane) avevano chiesto al Tribunale di Roma la cancellazione, dal blog de I Nuovi Vespri (con il quale questo giornale collabora) e dal sito di GranoSalus, di una serie di articoli sulla questione del grano duro perché li ritenevano “diffamatori”. Ma la loro istanza è stata respinta (in calce il pronunciamento dei giudice del Tribunale di Roma)

Due ‘ricette’ per mandare a casa il Governo Renzi (e per liberare l’Italia da Hollande e dalla Merkel)

Un economista italiano (di origine siciliana) che vive da anni a Londra ci racconta come, utilizzando le leve dell’economia, sarebbe possibile mandare a casa in Governo Renzi in tre-quattro mesi. Si tratterebbe di soffrire un po’ (ma non troppo, dal momento che l’Italia, attualmente, è in depressione economica). Il possibile rilancio del Sud Italia puntando sui prodotti della dieta mediterranea. L’elogio dell’iniziativa di GranoSalus “che per il grano duro del Sud Italia è strategica”

Grano duro, Saverio De Bonis: “L’UE non tutela la salute degli italiani”

La UE che, per i veleni contenuti nei derivati dai cereali, fissa limiti che danneggiano la salute degli italiani. Il Ministero della Salute che non vede, non sente, non parla. I mancati controlli sui grani esteri pieni di micotossine e glifosato che arrivano nei porti italiani. Così sulle nostre tavole finiscono pasta, pane, pizze, biscotti pieni di sostanze al veleno. E il grano duro di Puglia, Sicilia e Basilicata, tra i migliori del mondo, va a farsi benedire. C’è un modo per venirne fuori? Sì. Ce ne parla in questa intervista il leader di GranoSalus, Saverio De Bonis. Che ci racconta la rivoluzione dal basso del Sud Italia contro le multinazionali

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com