PD

Palermo: Orlando vuole ‘inghiottire’ il PD, ma alcuni dirigenti attaccano a testa bassa “chi vuole svendere il simbolo del Partito Democratico”

In un comunicato quattro esponenti del Partito Democratico – Antonio Ferrante, Carmelo Greco, Silvia Licata e Carmelo Greco – attaccano i dirigenti del Partito Democratico che vorrebbero “svendere il nostro simbolo per qualche poltrona”. Insomma, c’è anche una questione di dignità politica che dovrebbe impedire al partito che governa l’Italia e la Regione di cedere alle richieste del sindaco uscente di Palermo

L’informazione in Italia, i grillini e la valanga che travolgerà la vecchia politica

I ‘giornaloni’ e la Tv si affannano a gettare discredito sul Movimento 5 Stelle. La vecchia politica – PD in testa – pensa che, così facendo, gl’italiani non voteranno più i grillini. Non hanno capito nulla. Anzi, fanno finta di non capire che la gente, in Italia, non vuole più i vecchi politici. La maggioranza degl’italiani non vota i grillini per convinzione, ma perché vuole mandare a casa la vecchia politica, a cominciare dal Partito Democratico

Gli ‘ascari’ del PD commemorano il leader socialista siciliano Salvatore ‘Totò’ Lauricella: e scoppia il putiferio!

Domani il PD siciliano proverà a impossessarsi della figura di Salvatore ‘Totò’ Lauricella, leader storico del Psi italiano e siciliano. Si tratta di un’operazione squallida, da parte di un partito – il Partito Democratico – che è la negazione dei valori culturali e politici del socialismo. La dura presa di posizione di Turi Lombardo: Lauricella non può essere commemorato da “socialisti rinnegati”

Formazione professionale: vengono date per scontate le assunzioni elettorali. Possibile?

Ma questo significherà che 2 mila e 500 lavoratori resteranno a spasso. Che si sommeranno ai 4 mila già licenziati. Questo potrebbe fare saltare gli accordi con il ministero del Lavoro per la fuoriuscita di chi ha già per il lavoro. Il tutto per garantire le assunzioni clientelari ai partiti di centrosinistra alle elezioni regionali del prossimo anno. Si vede o no che il PD è il partito dei lavoratori…

Sondaggio IPSOS/ Renzi si fa i fatti suoi e non fa gli interessi degl’italiani

Stando a un sondaggio IPSOS le priorità di Renzi non sono quelle degl’italiani. Ai quali non piace la trovata del prestito per andare in pensione. A differenza del capo del Governo, i cittadini del nostro Paese non si fidano delle banche. E la Costituzione? Solo l’8% degl’italiani pensa che sia una priorità cambiarla. Gl’italiani chiedono il lavoro e, soprattutto, un abbassamento delle tasse (che Renzi ha invece aumentato)

Sul restauro della della Cattedrale di Agrigento Renzi, Alfano e Crocetta hanno preso in giro i cittadini

I soldi per sistemare la Cattedrale di Agrigento non ci sono. Non lo diciamo sono noi: parlano le ‘carte’. I cittadini di Agrigento debbono prendere atto della presa in giro operata da Renzi e dal ministro – agrigentino – Alfano. Noi non consideriamo il presidente della Regione, Rosario Crocetta, che – a parte le pupiate – ormai è fuori dai giochi: è il presidente di una Regione commissariata e nessuno lo ricandiderà: inutile sparare addosso su chi non conta nulla…

Formazione professionale: sbattuti fuori enti storici e 4 mila operatori. La parola ai Tribunali?

Lo scenario è confuso. Dal dipartimento regionale della Formazione fanno sapere che non potranno essere effettuate nuove assunzioni. E che il personale dovrà essere pescato dall’Albo. Ma se è così perché è stata messa in piedi una sceneggiata, peraltro prevista dal 2009? E’ da allora che il centrosinistra siciliano cerca di sbarazzarsi di circa 8 mila lavoratori per sostituirli con altro personale. Le precisazioni del presidente di Forma Sicilia, Paolo Genco

Formazione-Avviso 8/ Fuori tutti gli enti storici sotto il segno del gattopardismo?

Il bando ammonta a 136 milioni di Euro. Domani sul sito del dipartimento regionale della Formazione verrà pubblicata la graduatoria provvisoria. Che andrà in gazzetta Ufficiale la prossima settimana. Da indiscrezioni sembrerebbe che quasi tutti gli enti storici sarebbero rimasti fuori. Per fare posto a chi? Sembra che Catania farebbe la parte da leone. lavoreranno i disoccupati o ci sarà una nuova campagna di assunzioni in coincidenza con la campagna elettorale per le elezioni regionali del prossimo anno? Andrà tutto liscio o ci saranno ricorsi?