Regno Unito

‘UK election choc’: batosta per Theresa May, balzo in avanti di Corbyn che vince sui temi sociali

I Tories sono ancora il primo partito, ma perdono 12 seggi e non hanno più la maggioranza. I laburisti ne guadagnano 29 realizzando il primo incremento dal 1997. Nessuno dei due metteva in discussione la Brexit, ma solo le procedure. I temi che hanno acceso la politica britannica sono stati prettamente economici. Ed è proprio su questo campo che i Labouristi di Corbyn, con la loro visione di un Regno Unito meno incline alla finanza e più incentrato sui temi della sicurezza sociale, hanno vinto la loro battaglia. Difficile dire cosa succederà nei prossimi giorni

Ma quale Europa a due velocità: l’Italia deve uscire subito dalla truffa monetaria chiamata Euro

Il nostro Paese, di fronte a un’Unione Europea sempre più fallimentare si deve riprendere la sovranità monetaria. Dobbiamo tornare a controllare la nostra moneta, come fanno USA e Giappone, che hanno un debito pubblico di gran lunga superiore a quello italiano, ma non debbono certo dare conto a ragione a un’Europa di massoni, predoni e banditi dove a dettare legge è non la Germania, ma l’attuale, pessima classe dirigente tedesca

Il dibattito sulle ‘bufale’ nella rete: non è che è una scusa per limitare la libertà, fino alla censura?

Con molta probabilità, dietro questa campagna contro la libertà della rete – che stanno cercando di fare passare come una ‘lotta’ alle ‘bufale’, cioè alle notizie false – c’è l’Unione Europea dell’Euro che ha già perso sia il referendum nel Regno Unito, sia il referendum in Italia. Con molta probabilità, saranno questi ‘Signori’ a inondare la rete di ‘bufale’ per poi giustificare gli interventi per la ‘verità’ (cioè la censura). Del resto, la democrazia mal si addice a un’Unione Europea nella quale l’esecutivo non è eletto, ma nominato dalle massonerie finanziarie e bancarie

Il Regno Unito taglia le tasse alle imprese. E l’Italia? Si accinge ad aumentare l’IVA per pagare la sanità

I TG e la ‘grande informazione’ italiana ci avevano raccontato che il Regno Unito, lasciando l’Unione Europea, sarebbe precipitato nel baratro economico. Invece sta succedendo l’esatto contrario. Da quelle parti si tagliano, infatti, le tasse alle imprese. Cosa, questa, che rilancerà l’economia. Mentre nel nostro Paese, tra due anni, mancheranno 10 miliardi di Euro alla sanità che verranno recuperati in parte con l’aumento dell’IVA dal 22 al 24%, con gravissimo danno per le imprese e per l’economia. Ma di questo non parla nessuno

La crisi economica dell’Italia ha due nomi: l’Euro e il Governo Renzi

Se l’Italia vuole provare a salvarsi – ma lo vuole? – deve uscire subito dall’Euro e dall’Unione Europea. Liberandosi, contemporaneamente, di un Presidente del Consiglio che è espressione dell’Euro e della stessa Unione Europea. L’unica cosa che ancora resta in piedi dell’ormai ex grande economia italiana è il sistema delle piccole e medie imprese. Ma dentro il sistema Euro le piccole e medie imprese sono destinate a scomparire

La Brexit, alla faccia degli esperti, ha rilanciato il Regno Unito. E l’Italia? Dobbiamo dire addio all’Euro

La lezione che arriva dal Regno Unito dovrebbe fare scuola anche in Italia. Nei giorni precedenti il referendum i TG del nostro Paese parlavano di imminente disastro economico e finanziario inglese. Previsioni del tutto errate. Il vero disastro è l’Unione Europea dell’Euro che sta affossando l’idea di Europa Unita. La fine della moneta unica salverebbe l’Europa. E, soprattutto, salverebbe l’economia del nostro Paese