Tag: Totò Cuffaro

‘Patti scellerati’ tra Regione e Roma/ Franco Piro: “Il Governo Musumeci li può rivedere. Vedremo cosa farà”
Editoriale, Politica

‘Patti scellerati’ tra Regione e Roma/ Franco Piro: “Il Governo Musumeci li può rivedere. Vedremo cosa farà”


Time Sicilia

L’ex assessore, Franco Piro, figura storia della sinistra dell’Isola, ripercorre le vicissitudini del Bilancio regionale,individuando le responsabilità dei governi del passato. Piro parla anche dei ‘Patti scellerati’ Renzi-Crocetta che ha sempre criticato. E precisa che il Governo Muumeci ha gli strumenti per rivederli: “Staremo a vedere cosa riuscirà a fare… considerato che negli anni in cui ha governato in Sicilia e a Roma, il centrodestra non è riuscito a determinare nulla”

Siccità in Sicilia: a rischio la produzione di grano duro 2018. E le dighe? Vengono svuotate!
Editoriale, Politica

Siccità in Sicilia: a rischio la produzione di grano duro 2018. E le dighe? Vengono svuotate!


Giulio Ambrosetti

La follia della Sicilia non ha limiti. Mentre il nuovo Governo regionale di Nello Musumeci regala ancora promesse e chiacchiere, la siccità da una parte e la pessima gestione delle dighe dall’altra parte rischiano di compromettere la produzione agricola 2018, a cominciare dal grano duro. E’ una manovra per favorire l’arrivo del grano duro canadese?

Ricordi, Palermo?/ I quarant’anni del Centro Impastato e l’uragano pedofilia all’Albergheria
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Ricordi, Palermo?/ I quarant’anni del Centro Impastato e l’uragano pedofilia all’Albergheria


Time Sicilia

Gli ultimi quarant’anni a Ballarò e all’Alberghiera: una riflessione sul passato per comprendere il presente nelle parole di Nino Rocca, da sempre in prima fila, a Palermo, nelle lotte in sostegno dei ultimi. L’uragano pedofilia esploso nel Centro storico di Palermo nella seconda metà degli anni ’90 grazie a due sacerdoti eccezionali. E le domande che lo stesso Nino Rocca si pone oggi: la pedofilia e la sua organizzazione di cui non si sente più parlare esistono ancora? abbiamo elementi per escludere che non ci sia un ritorno di questo fenomeno?

Giampiero D’Alia show: “L’UDC è morta e io adesso voglio il Ponte sullo Stretto. E a Cuffaro dico…”
In Evidenza, Politica, Primo Piano

Giampiero D’Alia show: “L’UDC è morta e io adesso voglio il Ponte sullo Stretto. E a Cuffaro dico…”


Time Sicilia

Rimasto in sella senza cavallo – il segretario nazionale dell’UDC, Lorenzo Cesa, si è preso il simbolo del partito – l’ormai ex segretario regionale dell’UDC siciliana, Giampiero D’Alia mena fendenti a destra e al centro, risparmiando la sinistra (o presunta tale) dove si è acquartierato. Cerca di sopravvivere all’incedere della storia che sembra avere ormai condannato trasformisti di origine democristiana: e precisa, aggiunge, toglie, sottolinea, stigmatizza e bla bla bla. La replica al veleno di Cuffaro

Lo sciopero della fame di Vincenzo Figuccia snobbato dai media
Politica

Lo sciopero della fame di Vincenzo Figuccia snobbato dai media


C. Alessandro Mauceri

Fare lo sciopero della fame contro i disastri di un Governo regionale di centrosinistra non paga. Perché ancora oggi il ‘bollino’ dell’onestà, della correttezza, dell’antimafia e ‘buttanate’ varie appartiene ancora a questa ‘presunta’ sinistra. Tuttavia Figuccia, vice capogruppo di Forza Italia all’Ars, insiste. La sua è una protesta contro un Governo che, al di là dell’appartenenza politica, ha prodotto e continua a produrre miseria e disperazione. La visita di cortesia di Fabrizio Ferrandelli, di Gaetano Armao e di Totò Cuffaro che sono andati a trovarlo. E il presidente Crocetta? Da Renzi a firmare ‘Patti’…

Inchiesta sui rifiuti/ Il Piano che non c’è e la bufala sugli otto termovalorizzatori
Economia

Inchiesta sui rifiuti/ Il Piano che non c’è e la bufala sugli otto termovalorizzatori


Time Sicilia

Le notizie lette qua e là in questi giorni (notevole l’aggiornamento di un Piano regionale dei rifiuti che non è vigente!) ci hanno convinto a fare il punto della situazione. Proviamo a raccontare la Rifiuti-story della Sicilia a partire dal 1997 ai nostri giorni, dal Decreto Ronchi al Governo Capodicasa, da Governo Cuffaro al Governo Lombardo. Fino a Crocetta. E’ incredibile constatare che, da allora ad oggi, non è cambiato quasi nulla. E qual poco che è cambiato, è cambiato in peggio

Gli ex sportellisti da ‘bruciare’: firmato, assessore Gianluca Miccichè
Politica

Gli ex sportellisti da ‘bruciare’: firmato, assessore Gianluca Miccichè


Time Sicilia

Ma non è il solo che si batte per affossare i mille ex sportellisti. Oltre all’UDC – il partito dell’assessore Miccichè – a prendere per i fondelli questi lavoratori sono gli ‘scomparsi’ del Nuovo Centrodestra, il PD e tutti i parlamentari dell’Ars che, a vario titolo (ma non gratuitamente), ruotano attorno al Governo di Rosario Crocetta. La presa in giro del CIAPI e i pupari di un gioco al massacro

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo