TV

L’informazione in Italia, i grillini e la valanga che travolgerà la vecchia politica

I ‘giornaloni’ e la Tv si affannano a gettare discredito sul Movimento 5 Stelle. La vecchia politica – PD in testa – pensa che, così facendo, gl’italiani non voteranno più i grillini. Non hanno capito nulla. Anzi, fanno finta di non capire che la gente, in Italia, non vuole più i vecchi politici. La maggioranza degl’italiani non vota i grillini per convinzione, ma perché vuole mandare a casa la vecchia politica, a cominciare dal Partito Democratico

Referendum costituzionale: sbagliato confrontarsi con un personaggio come Renzi, privo di credibilità politica

Accettare il confronto sul referendum con Renzi significa avallare la tesi – sbagliata – che un Governo possa promuovere le riforme costituzionali, che invece sono prerogativa del Parlamento e dei partiti. Legittimando un personaggio che assume un impegno e poi non lo rispetta, come ha fatto con il Ponte sullo Stretto di Messina, con l’impegno che sarebbe andato al Governo solo dopo le elezioni e con le tasse che non ha ridotto. In politica è un errore legittimare chi – come Renzi – non ha credibilità politica

“Padre Nostro che sei nei cieli… dacci oggi il TG Raggi quotidiano”

Ecco a noi l’informazione televisiva che sognavamo da anni: approfondimenti senza sosta su un sindaco che non vuole gli appalti per le Olimpiadi. Ecco a noi i TG Raggi: tutto sul passato, sul presente, su futuro, sul participio e magari sul gerundio del sindaco di Roma. Queste sì che sono vere inchieste, altro che Sergio Zavoli ed Ezio Zefferi! Finalmente possiamo dire di avere una grande TV! Cosa manca per essere al completo? Un po’ di ‘informazione’ in più sul Sì al referendum…