Scienza, Medicina, Tecnologia

I tre mesi dell’anno in cui il pensiero di chiedere il divorzio si fa più frequente


Aldo Gagliano

Uno dei più comuni propositi per il nuovo anno è quello di interrompere una relazione ormai giunta al capolinea e iniziare un’avventura nuova ed entusiasmante.

Un nuovo recente sondaggio ha confermato la tendenza delle persone di concedersi una scappatella proprio a gennaio. Poi, a marzo e agosto le scappatelle si trasformano in vere e proprie procedure di divorzio.
Victoria Milan, un sito di incontri per persone sposate e impegnate alla ricerca di relazioni extraconiugali, registra annualmente un aumento di attività del 41% proprio durante il mese di gennaio.

Uno studio condotto dall’Università di Washington supporta questi dati, confermando che la maggior parte dei divorzi avvengono in agosto e marzo, con i tribunali che ricevono le richieste di divorzio subito dopo l’inizio del nuovo anno.
Su scala globale, le procedure di separazione e divorzio sono diverse, dunque lo sono anche le procedure di compilazione delle statistiche. In alcuni paesi vale la richiesta formale, in altri la data della sentenza di divorzio. In ogni caso, la decisione di procedere con la separazione viene sempre presa molto tempo prima.

Se il mese di gennaio può essere considerato quello dei divorzi, è comunque il mese in cui una persona infelice decide di prendere la sua strada e cambiare vita. Il momento in cui uno dei partner annuncia di volere la separazione si presenta dopo un lungo periodo di riflessione, a cui seguono tante discussioni su come gestire averi, impegni e figli dopo la separazione. Il divorzio vero e proprio avviene dopo un periodo abbastanza lungo.

L’amministratore e fondatore di Victoria Milan, Sigurd Vedal, trova sorprendente il fatto che ci sia un picco nelle richieste di divorzio in 3 mesi ben precisi dell’anno.
“Prendere una decisione importante e cercare passione e divertimento non dovrebbe ridursi a un banale proposito per l’anno nuovo. Una relazione extraconiugale può presentarsi in diversi periodi dell’anno – che sia per salvare un matrimonio in frantumi o per iniziare una nuova vita. Siamo felici di scoprire che le persone trovano il coraggio di abbandonare la routine e vivere la vita al massimo, a prescindere dalla ragione che spinge a tale cambiamento e al periodo dell’anno in cui questo avviene. Nonostante ciò, non sarebbe corretto collegare l’aumento di attività su Victoria Milan con i divorzi che avverranno più in là nel corso dell’anno. Possiamo dire con certezza che molti dei nostri membri usano la piattaforma proprio per prevenire il divorzio”, conclude Vedal.

1 febbraio 2018

Autore

Aldo Gagliano


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo