E’ ufficiale: l’Unione Europea non ha una politica estera seria
Editoriale, Esteri

E’ ufficiale: l’Unione Europea non ha una politica estera seria


Time Sicilia

Due fatti lo dimostrano. Il governo del Regno Unito ha indicato in Vladimir Putin il mandante dell’omicidio per avvelenamento delle due spie russe: e l’Unione Europea ci ha creduto, anche se mancano le prove. La stessa Unione Europea non muove un dito in difesa dei palestinesi massacrati da Israele. In questo caso sanzioni contro Israele non ne sono previste…

di Riccardo Gueci  

Le recenti vicende internazionali hanno ancora una volta dimostrato che l’Europa comunitaria è priva di ogni decisione autonoma in materia di politica estera. E’ sufficiente mettere a confronto i due episodi rilevanti delle ultime settimane per rendersene conto: la vicenda delle spie russe morte per avvelenamento in Inghilterra e il massacro ad opera degli israeliani nei riguardi della manifestazione di protesta pacifica dei palestinesi sul confine della Striscia di Gaza.

Nel primo caso è stato sufficiente che il governo del Regno Unito indicasse in Vladimir Putin il mandante dell’omicidio per avvelenamento delle due spie russe per far scattare immediatamente le sanzioni economiche nei confronti della Russia, accogliendo la sollecitazione inglese basata su un’ipotesi deduttiva e non su prove certe. Sanzioni che spesso arrecano più danno alle economie dei Paesi sanzionatori che alla Russia stessa.

La medesima prontezza nel decidere uguale trattamento non si è avvertita nei confronti di Israele, responsabile di fatti ben più gravi, per avere massacrato proditoriamente una ventina di palestinesi che manifestavano pacificamente al confine con la Striscia di Gaza e ferendone qualche migliaio.

Tale disparità di comportamento sta lì a testimoniare che la politica estera dell’Unione Europea è inattendibile e parziale, in una parola inaffidabile. Questa Europa non serve ai cittadini europei perché resta un gigante economico (con Paesi però in grande difficoltà) e un nano politico: cosa quest’ultima che le assegna un ruolo subalterno agli Stati Uniti e vanifica quello di potenza autonoma nello scacchiere globale, teso a bilanciare le spinte imperialiste di Cina e Usa.

A questa Europa la storia non insegna proprio niente? Come si fa a credere ad una denuncia approssimativa degli inglesi dopo che questi, ai tempi di Tony Blair, assieme agli Usa di Bush, hanno sostenuto davanti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che Saddam Hussein era in possesso di armi potentissime per ottenere l’autorizzazione del loro intervento militare in Iraq, dove non si è trovata traccia alcuna di queste paventate armi di distruzione di massa?

Ecco, credere a gente che mente spudoratamente sono le “ingenuità” che stanno lì a dimostrare che l’Europa è inaffidabilità quale soggetto strategico.
Tuttavia, l’Europa potrebbe riscattarsi da queste “ingenuità” provando a sanzionare gli scambi commerciali di Israele con i Paesi europei per i ripetuti massacri dei palestinesi e l’occupazione sistematica dei loro territori, con l’impegno di ripristinare la libertà degli scambi allorquando sarà osservato il rispetto delle reiterate risoluzioni delle Nazioni Unite sul ritiro d’Israele entro i confini del 1967.

E’ questa la precondizione per realizzare la risoluzione dell’Onu di dare vita all’assetto definitivo di quei territori dove si costituiscano finalmente due Stati per i due popoli in lotta da ben settanta anni.

Israele da questo orecchio pare non sentirci, perché il suo disegno è l’annientamento del popolo palestinese, dimostrando così di essere soggetta alla sindrome di Stoccolma: vuole riservare al popolo palestinese lo stesso trattamento che la Germania nazista di Hitler operò nei confronti del popolo ebraico: la Shoa! Solo che oggi non è più quel tempo e questi atteggiamenti sono condannati dalla coscienza dei popoli europei.

7 giugno 2018

Autore

TimeSicilia


Rispondi

Seguici su Twitter
Chi Siamo

Giornale online diretto
da Giulio Ambrosetti

vice direttore
Antonella Sferrazza

timesicilia@gmail.com

Powered by GianBo